1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Buoni spesa. Come richiederli, dove utilizzarli

ATTENZIONE!
I richiedenti che hanno presentato la domanda nel mese di dicembre, ma che non hanno ricevuto il buono spesa per esaurimento dei fondi messi a disposizione nel primo periodo, verranno ‘ripescati’ nella graduatoria del secondo periodo e NON DEVONO ripresentare la domanda.
  1. Cosa sono, a quanto ammontano
  2. Requisiti
  3. Come richiedere i buoni spesa
  4. Cosa occorre comunicare
  5. Informazioni telefoniche
  6. Come e dove utilizzarli
  7. Attività commerciali: come convenzionarsi a Day

Cosa sono, a quanto ammontano

Con il Decreto Ristori ter, il Governo ha stanziato nuovi fondi a favore dei Comuni per supportare le fasce della popolazione duramente colpite dalla seconda ondata della pandemia. 

Le risorse sono destinate ad aiutare in particolare quei cittadini che in questi giorni di emergenza incontrano difficoltà nell’acquisto di generi alimentari. 

La determinazione del buono varia a seconda dei componenti del nucleo familiare, così come indicato nello stato di famiglia anagrafico: 
1 componente 130 euro, 
2 componenti 204 euro, 
3 componenti 265 euro, 
4 componenti 320 euro. 
Dal quinto componente, si sommano ulteriori 46 euro 
+ 20 euro per ogni minore presente
+ 50 euro per ogni disabile presente 

L’accesso alle misure avviene attraverso avviso pubblico e a scorrimento dei richiedenti aventi diritto, fino ad esaurimento delle risorse disponibili: farà fede la data e l’ora di presentazione dell’istanza.

Nella formazione della graduatoria sarà data priorità ai nuclei famigliari non assegnatari di altro sostegno pubblico (RdC, Rei, Naspi, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, altre forme di sostegno previste a livello locale o regionale). 

Ciò non esclude che le risorse possano essere attribuite anche a percettori di altre forme di sostegno pubblico al reddito, ma sarà data priorità a chi non ne beneficia.

 
 
 

Requisiti

- disponibilità finanziarie liquide al 30 novembre inferiore a 5 mila euro;

- aver subito la riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare per una delle seguenti cause:  perdita di lavoro senza ammortizzatori sociali, mancato inizio lavoro stagionale, perdita del lavoro precario, sospensione o forte contrazione dell’attività di lavoro autonoma, perdurare della condizione di inoccupazione o di indigenza, attesa di ammortizzatori sociali non ancora liquidati; 

- non fruire di rendite superiori a 500 euro mensili (con il termine "rendite" si intendono rendite patrimoniali quali cedole di titoli, affitti, locazioni..).

 
 
 

Come richiedere i buoni spesa

I buoni spesa possono essere richiesti in due periodi: 
dal 14 al 18 dicembre 2020 oppure dal 18 al 22 gennaio 2021

In ognuno di questi periodi verrà messa a disposizione la metà del totale dei fondi disponibili. 
Ogni nucleo familiare potrà presentare domanda una sola volta (o nel mese di dicembre o nel mese di gennaio). 
Sia per le domande presentate a dicembre sia per le domande presentate a gennaio, verrà definita una graduatoria che tenga conto dei criteri di priorità sopra indicati. 
> I richiedenti che hanno presentato la domanda nel mese di dicembre, ma che non hanno ricevuto il buono spesa per esaurimento dei fondi messi a disposizione nel primo periodo, verranno ‘ripescati’ nella graduatoria del secondo periodo. Farà fede la data e l’ora di presentazione dell’istanza.


In entrambi i periodi è possibile presentare domanda attraverso una delle seguenti modalità:

 

ONLINE

dalla mattinata di lunedì 18 gennaio alle ore 18 di venerdì 22 gennaio

1) compilando il modulo online a cui si accede con identità digitale (SPID, FedERa, CNS)

 
 

2) attraverso ila compilazione del modulo online senza autenticazione

Come ultimo passaggio dovrai:

  • scaricare il modulo di domanda compilato;
  • stamparlo;
  • sottoscriverlo con firma autografa;
  • acquisirlo, con scanner, o fotografarlo, tutte le pagine in un unico file;
  • caricare il file sottoscritto sulla piattaforma;
  • caricare la copia, fronte e retro, di un documento di riconoscimento valido;
 
 

ALLO SPORTELLO su prenotazione

1) presso lo Sportello Facile del Comune di Cesena (Piazzetta dei Cesenati del 1377, 1)

2) presso le Sedi dei seguenti Quartieri:
Borello (Piazza San Pietro in Solfrino, 465 – Borello),
Rubicone via P. Suzzi, 195, - Calisese (sala riunioni, al primo piano con ascensore),
Cervese Nord via F.lli Latini, 24 - San Giorgio (sala del Consiglio di Quartiere al piano terra)
Dismano Via Kulishoff, 200 - Pievesestina (Sala riunioni, al primo piano con ascensore)

Gli sportelli in presenza sono attivi: Lunedì, Martedì, Mercoledì, Venerdì dalle 14.00 alle 18.00 SOLO SU PRENOTAZIONE.  

Per i cittadini che si presentano allo Sportello: portare carta d'identità o altro documento di riconoscimento valido + codice fiscale


L’appuntamento
per la presentazione della domanda può essere fissato:

- telefonicamente al numero 0547.356784
(attivo dal 18 al 22 gennaio 2021)

- online (vedi link sotto)



 
 

Cosa occorre comunicare

Agli operatori dello Sportello o compilando il modulo online occorre comunicare i propri dati anagrafici, il numero di cellulare, l’indirizzo e-mail e di essere in possesso dei requisiti economici elencati alla voce "Requisiti".

 
 

Informazioni telefoniche

Dal 18 al 22 gennaio 2021, per informazioni telefoniche è attivo il numero di telefono 0547.356784, dal lunedì al venerdì dalle 08.00 alle 13.30 e dalle 14.00 alle 18.00.  

 
 
 

Come e dove utilizzarli

Il credito dei buoni alimentari verrà caricato direttamente sulla tessera sanitaria del richiedente e con questo credito si potrà fare la spesa in tutti i negozi di alimentari e supermercati convenzionati.

 
 
 

Attività commerciali: come convenzionarsi a Day

Le attività commerciali che intendono convenzionarsi a DAY possono contattare l'Amministrazione dell’Unione Valle Savio scrivendo all'indirizzo mail merola_b@unionevallesavio.it