1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Cesena - Vai alla pagina iniziale
Comune di Cesena - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Versione stampabile della pagina

Luoghi Culturali

Cesena è una città particolarmente ospitale e ricca di tradizioni (folklore, musica, feste popolari, gastronomia, ecc.) e caratterizzata da una vita culturale dinamica e vivace, grazie alla presenza di Istituzioni pubbliche come la Biblioteca Malatestiana con il suo gioiello, l'Aula del Nuti, la Biblioteca pubblica più antica d'Italia, e il Teatro "A. Bonci", uno splendido teatro ottocentesco che vanta, fra i vari pregi, un'acustica di prim'ordine. 

n.b)) Cliccando sui link corrispondenti ai principali luoghi culturali verrete reindirizzati al nuovo sito di Cesena Turismo. 


 
 
 
 

Abbazia di S. Maria del Monte: Millenaria abbazia benedettina con una notevole collezione di 690 ex-voto e un'antica biblioteca ricca di rare edizioni.

 
 

Rocca Malatestiana: Antica roccaforte di carattere difensivo, posizionata a ridosso della città. E' sede del Museo di Storia dell'Agricoltura

 
 

Teatro Alessandro Bonci: Uno dei più prestigiosi teatri storici d'Italia, dotato di un palcoscenico tra i più grandi d'Europa e un' perfetta acustica che lo rendono particolarmente caro ad attori e cantanti.

 
 

Palazzo Albornoz: Attuale Palazzo Comunale, nel salone del Sindaco è esposto un prezioso pavimento musivo di epoca tardo-romana.

 
 

Biblioteca Malatestiana: Unico esempio al mondo di Biblioteca umanistica perfettamente conservata, inserita dall'Unesco nel Registro della Memoria del Mondo.

 
 

Convento dei Frati Cappuccini: Il convento sorge su un colle immediatamente a ridosso della città ed è raggiungibile con una breve passeggiata.

 
 

Villa Silvia Carducci: Villa settecentesca che divenne nel 1874 proprietà della contessa Silvia Pasolini Zanelli, che ne fece il salotto buono della cultura romagnola. Oggi è sede  del Museo Musicalia

 
 

Palazzo Guidi:  Palazzo settecentesco in cui alloggiarono molte personalità di rilievo (contessa di Parma, Napoleone Bonaparte). Oggi è sede del conservatorio, della Societas Raffaello Sanzio e del Laboratorio del liutaio Arturo Fracassi.