1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Grande partecipazione per Carta Bianca: oltre 200 presenti alla serata d'apertura

Oltre 200 persone hanno gremito l'ex palestra del liceo classico per partecipare alla serata d'apertura di Carta Bianca, l'iniziativa promossa dall'Amministrazione comunale nel cantiere della Grande Malatestiana con l'intento di aprire un confronto con i cittadini sulla Cesena del futuro.
Gran parte della serata - introdotta dal Sindaco Paolo Lucchi, che ha spiegato la filosofia e gli obiettivi della manifestazione - è stata occupata dalle presentazioni degli otto progetti dell'Amministrazione comunale e il compito di illustrarli è stato affidato a progettisti e tecnici.
 
Il progetto del Savio
Seguita con particolare attenzione la presentazione del progetto "Da ponte a ponte: la passeggiata sul lungofiume". A illustrarla sono stati l'ingegner Mauro Vannoni, responsabile del Servizio tecnico di bacino Romagna, e dell'architetto Leonardo Oprandi, dello studio Land di Milano (che negli anni passati, con l'architetto Andreas Kipar, aveva già elaborato uno studio sul nuovo "waterfront" urbano del Savio).
L'ingegner Vannoni si è concentrato sugli aspetti della tutela idraulica ed ambientale, fondamentali per garantire la sicurezza del fiume, ripercorrendo anche gli interventi già realizzati . Gli elementi portanti del progetto contemplano la risagomatura del fiume, la creazione di percorsi in sicurezza lungo la parte "alta" degli argini, una presenza forte di vegetazione. Previsto lo spostamento degli scarichi di acque bianche, mentre  a valle del ponte Vecchio sarà possibile creare uno specchio d'acqua ricorrendo a uno sbarramento mobile. L'architetto Oprandi ha indicato i possibili interventi per  far diventare i 630 metri di fiume che separano i due ponti un elemento connettivo della città, creando dialogo e continuità fra questo spazio e il tessuto urbano circostante, rendendolo più fruibile per i cittadini e facendo così riscoprire il fiume come elemento paesaggistico, ma non solo.
Per raggiungere questo scopo si punta alla creazione di punti di accesso facilitati mediante gradonate,  aree sosta a sbalzo, punti panoramici, deck con sedute e percorsi ciclopedonali in golena collegati alla rete già esistente, il tutto da realizzarsi con materiali naturali (legno, pietra, terra).
 
Il dibattito
Al termine, si è aperto il dibattito, con gli interventi di quattro cittadini: Alessandro Scarponi, Fiorenzo Valbonesi, Giancarlo Brunelli e Mario Dalmonte. A ritmare tutte le presentazioni e gli interventi un grande orologio digitale posto a fianco della postazione dei relatori, che hanno tutti rispettato - e qualche volta anticipato - il tetto massimo dei 10 minuti concesso a ogni intervento.
IL confronto è ripreso nella sessione della mattinata, tutta dedicata agli interventi dei cittadini. A prendere la parola sono stati Mario Truglia, Lorenzo Brandolini per il WWF, Davide Fabbri, Ugo Spinelli, Mirco Monti, Claudia Battistini, Luciano Terranova, Piero Guiducci (anche a nome della Lipu).
Molto seguiti anche gli aggiornamenti in diretta su facebook, che hanno già registrato una quarantina di "mi piace" e 31 commenti. Fra i temi che hanno suscitato maggior partecipazione ci sono piazza della Libertà e il progetto di riqualificazione del tratto urbano del fiume Savio.
 
Nel corso della mattina si è svolta anche la premiazione dei concorsi di idee "Sguardi" dedicati al sistema delle tre piazze Almerici-Bufalini-Fabbri e al tratto ovest della via Emilia, con la consegna dei riconoscimenti ai primi tre classificati di ogni concorso e ai migliori gruppi 'under 35'.
 
Nel pomeriggio, sessione conclusiva con la presentazione dei progetti proposti direttamente dai cittadini, il cui numero è in continuo aumento (due se ne sono aggiunti nelle ultime ore, portando il loro numero complessivo a 18).
 
"Per come stanno andando le cose - commenta il Sindaco Lucchi - Carta Bianca pare aver centrato in pieno l'obiettivo che ci eravamo prefissati di coinvolgere i cesenati in un percorso di progettazione comune sul futuro della città. La molteplicità delle voci e dei pareri, favorevoli e critici, è il sintomo di una grande vivacità e interesse ai temi dello sviluppo della città. Qualcuno ha espresso il timore che le proposte arrivate in questi giorni finiscano in un cassetto, ma posso assicurare che non sarà così. L'intera Amministrazione sta seguendo con molta attenzione tutti gli interventi, e ribadisco che abbiamo già previsto di organizzare nella prossima primavera un nuovo momento di incontro, per fare il punto sull'attuazione dei progetti presentati a 'Carta Bianca' sia dall'Amministrazione che dai cittadini".

 
 
 

Ufficio stampa
Federica Bianchi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
07 Ottobre 2016

Data di Pubblicazione:
13 Ottobre 2012

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it