1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Oslo chiuderà il centro alle auto, boom di veicoli elettrici

La capitale norvegese sceglie di respirare aria pulita. L'amministrazione comunale chiuderà tutto il centro cittadino alle auto entro il 2019:  in questo modo ridurrà della metà le emissioni di gas nocivi rispetto al 1990. 
La giunta rosso-verde composta da Laburisti, Sinistra socialista e Verdi, appena insediatasi al municipio dopo 20 anni di governo della destra, ha annunciato l'iniziativa green. E ha rilanciato: dimezzare in cinque anni le emissioni di CO2 rispetto al livello del 1990 e di ridurle del 95% entro il 2030. Secondo le autorità locali la svolta farà della capitale norvegese la prima in Europa ad attuare un simile provvedimento.

Il partito laburista e i suoi alleati hanno presentato oggi una piattaforma comune tutta incentrata sull'ambiente e sulla lotta ai cambiamenti climatici. Il piano sulle auto prevede per il 2019, data delle prossime elezioni comunali, la realizzazione di almeno 60 chilometri di piste ciclabili, incentivi all'acquisto di biciclette elettriche e un massiccio investimento nel trasporto pubblico. I tre partiti hanno fatto sapere che bus e tram continueranno a servire il centro e che si troveranno accordi e soluzioni ad hoc per le auto che trasportano disabili e per i veicoli che devono consegnare merci.
Il divieto di circolazione delle automobili riguarda l'intera area all'interno della circonvallazione dove risiedono poco più di mille abitanti ma vi lavorano quasi 90.000 persone, secondo il giornale Verdens Gang. 
Le modalità di applicazione del divieto non sono ancora state definite, ma la proposta preoccupa i commercianti che ricordano che ben 11 dei 57 centri commerciali di Oslo sono situati all'interno di quest'area.

Nel programma della nuova amministrazione c'è la riduzione del traffico automobilistico anche nella regione periferica del 20% entro il 2019 e del 30% entro il 2030.
"Nel 2030 vi saranno ancora persone alla guida di vetture, ma queste dovranno essere senza emissioni", ha dichiarato la rappresentante ecologista, Ian Marie Nguyen Bern. 
Un buon proposito sorprendente se si pensa che la Norvegia è il maggiore produttore di petrolio in Europa. Il Paese scandinavo è infatti quello con la più alta percentuale di auto ecologiche: l'anno scorso il 14% dei veicoli immatricolati in Norvegia era elettrico.

dal sito "la Repubblica.it"

 


Data Ultima Modifica:
07 Ottobre 2016

Data di Pubblicazione: 26/10/2015