1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Verso l'affidamento dell'impianto di atletica leggera

Le domande vanno presentate entro il 15 giugno

 
Vanno presentate entro il 15 giugno le offerte per la gestione dell'impianto di atletica leggera. Il bando si rivolge ad associazioni sportive dilettantistiche, enti di promozione sportiva, associazioni di discipline sportive associate e federazioni sportive nazionali che abbiano ottenuto il riconoscimento del Coni o che, comunque, siano iscritte nei registri delle associazioni previste dalla legge regionale. Realizzato nel 1990, l'impianto è attualmente  gestito dall'Atletica Endas Cesena, a cui è stato affidato.
Questo incarico si concluderà il 30 giugno prossimo, e proprio in vista di questa scadenza l'Amministrazione ha avviato l'iter per individuare il nuovo gestore.Con il nuovo bando,  la durata prevista per l'affidamento è di sei anni, dal 1 luglio 2016 al 30 giugno 2022, con la possibilità di eventuale proroga per altri due anni, sulla base degli investimenti e delle migliorie che l'associazione affidataria è disponibile a realizzare.Da un punto di vista economico, al soggetto gestore sarà richiesto un canone di concessione, la cui base d'asta è indicata in 1000 euro all'anno.

Al contempo, il Comune gli riconoscerà un corrispettivo annuo (come compartecipazione alle spese per utenze acqua, gas, luce, manutenzione ordinaria ecc): la base d'asta indicata nel bando è di 32mila euro + Iva. Questa somma potrà essere incrementata di un ulteriore 25% in base al programma di attività concordato all'inizio di ogni anno sportivo fra il gestore e il Comune di Cesena. Le proposte dovranno comprendere sia l'offerta economica, che un dettagliato progetto per la gestione dell'impianto. Nella valutazione delle proposte, il peso maggiore -  fino a 80 su 100 punti  - sarà attribuito proprio al progetto tecnico-organizzativo, tenendo conto anche dell'esperienza del proponente nel settore, della professionalità delle risorse umane utilizzate, e dei criteri di etica sportiva a cui il progetto si ispira; all'offerta economica, invece, sarà attribuito un massimo di 20 punti. 

"La scelta   di privilegiare i criteri qualitativi rispetto a quelli economici - sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l'Assessore allo Sport Christian Castorri -  ribadisce la volontà dell'Amministrazione di  puntare alla promozione dello sport come strumento fondamentale per lo sviluppo del benessere psicofisico e della salute, e al tempo stesso di  valorizzare il ruolo del sistema sportivo e dell'associazionismo, che rappresenta un vero e proprio capitale sociale di Cesena e del suo territorio. A testimoniarlo proprio l''esperienza già da diversi anni ci vede collaborare proficuamente con le associazioni sportive per la gestione degli impianti sportivi del territorio".

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
07 Ottobre 2016

Data di Pubblicazione:
17 Maggio 2016

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it