1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Contributi per morosità incolpevole

Le famiglie che hanno ricevuto un provvedimento di intimazione di sfratto per morosità definita "incolpevole", cioè dovuta a perdita di reddito non imputabile alla responsabilità diretta della persona, possono richiedere un contributo al fine di:


1. Sanare la morosità al proprietario e sottoscrivere con lo stesso un nuovo contratto di locazione a canone concertato per lo stesso alloggio oggetto dello sfratto (Contributo Max € 8.000,00)


2. Sanare direttamente al proprietario tutta o parte della morosità incolpevole accertata, qualora il periodo residuo del contratto in essere non sia inferiore ad anni 2 (due), con contestuale rinuncia da parte del proprietario all’esecuzione dello sfratto (Contributo Max € 8.000,00)


3. Sanare direttamente al proprietario tutta o parte della morosità incolpevole accertata e versare n^_____mensilità del nuovo contratto di locazione a canone concertato da sottoscrivere per lo stesso alloggio oggetto dello sfratto (Contributo Max € 12.000,00)


4. Ottenere il rinvio dell’esecuzione dello sfratto accordando al proprietario i canoni corrispondenti alle mensilità differite maggiorate del 20% (Contributo Max € 8.000,00)


5. Versare il deposito cauzionale in relazione al contratto di locazione da stipulare per il nuovo alloggio 


6. Assicurare il versamento di un certo numero di mensilità relative all’avvio di un nuovo contratto da sottoscrivere a canone concordato (Contributo Max € 12.000,00) 

 

Il contributo è destinato esclusivamente ai residenti nel Comune di Cesena

Per presentare la domanda è necessario che il richiedente:

 

1. ABBIA RICEVUTO LA CITAZIONE PER LA CONVALIDA DI SFRATTO PER MOROSITA';

 

2. NON ABBIA PAGATO L'AFFITTO A CAUSA DI UN RIDUZIONE DEL PROPRIO REDDITO, avvenuta dopo la sottoscrizione del contratto di locazione, derivante per esempio da: 

a) perdita del lavoro per licenziamento;
b) accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell'orario di lavoro; 
c) cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale;
d) mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici;
e) cessazione di attività libero-professionali o di imprese registrate, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente;
f) malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo famigliare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell'impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.
 

3. Sia CITTADINO italiano, di uno Stato appartenente all’Unione Europea, di uno Stato non appartenente all’Unione Europea, purché munito di regolare permesso di soggiorno o carta di soggiorno, ai sensi del D.Lgs. n. 286/98 e successive modificazioni;

 

4. sia TITOLARE DI UN CONTRATTO DI LOCAZIONE ad uso abitativo stipulato ai sensi dell'ordinamento vigente al momento della stipula e regolarmente registrato presso l'Agenzia delle Entrate, ad esclusione degli immobili appartenenti alle categorie catastali A1, A8 e A9;

 

5. sia RESIDENTE NELL'ALLOGGIO OGGETTO DELLO SFRATTO da almeno un anno;

 

6. abbia un REDDITO I.S.E. NON SUPERIORE A € 35.000,00, oppure un REDDITO I.S.E.E. NON SUPERIORE A € 26.000,00;

 

7. NESSUN COMPONENTE del nucleo famigliare deve essere TITOLARE DI DIRITTI DI PROPRIETA', USUFRUTTO, USO O ABITAZIONE SU UN ALLOGGIO UBICATO NELLA PROVINCIA DI FORLI'-CESENA, fruibile ed adeguato alle esigenze del nucleo famigliare.

 
Come si fa?

Per presentare la domanda è necessario compilare in tutte le sue parti il modulo in allegato e consegnarlo allo SPORTELLO SOCIALE dell’Unione Valle Savio nei giorni di apertura al pubblico (vedi info al paragrafo "Dove") oppure all'Ufficio Casa dell'Unione Valle Savio

 
Cosa Occorre?
  • Fotocopia di un documento di identità/riconoscimento valido del richiedente
  • Copia del permesso di soggiorno o carta di soggiorno (per cittadini stranieri)

    del richiedente e di tutti i componenti maggiorenni del nucleo
  • Copia dell’atto di intimazione di sfratto con citazione per la convalida o dello sfratto già convalidato munito di formula esecutiva

  • Documentazione attestante la diminuzione del reddito (Dichiarazioni dei redditi, comunicazione di licenziamento, di cassa integrazione, attestazione di cessazione attività libero-professionale o di impresa registrata, ecc…)

  • La copia del contratto di locazione/comodato regolarmente registrato

  • La dichiarazione Ise relativa alla condizione economica della famiglia

    in corso di validità
  • Accordo fra inquilino e proprietario nel caso in cui il contributo debba essere liquidato a quest’ultimo

    (vedi modulo fac-simile allegato)
 
Quanto Costa?

La presentazione della domanda è gratuita.

 
Dove:
Sportello sociale - Settore Servizi Sociali - Unione Valle del Savio
Piazzetta dei Cesenati del 1377, 1 (stanza A27) - 47521 CESENA
Orari:
  • Martedì dalle 13,30 alle 16,30
  • Giovedì dalle 8,30 alle 13

E' necessario munirsi di numero di prenotazione presso il punto di accoglienza.

 
Online:
Questo servizio non è disponibile on-line
.
 
Per Informazioni:
E-mail:
Telefono:

0547.356345-356272-356335-356492

 
Allegati
 
Normativa
 
Responsabile
Nicoletta Magnani
Servizio Amministrativo Servizi Sociali - Unione Valle Savio
e-mail: magnani_m@unionevallesavio.it
Telefono: 0547.356335
 
 

Data Ultima Modifica:
26 Giugno 2018

Data di Pubblicazione:
12 Gennaio 2017

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it