1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Cesena - Testata per la stampa

sabato 22 aprile


Sabato 22 aprile, ore 11.00
Racconti su un attore operaio. Luigi Dadina nel Teatro delle Albe
Sala Lignea, Biblioteca Malatestiana
Ingresso libero

Nella splendida cornice della Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana di Cesena si presenta Racconti su un attore operaio. Luigi Dadina nel Teatro delle Albe, che Michele Pascarella ha pubblicato in febbraio per i tipi di Titivillus. Il libro, impreziosito dalla prefazione di Marco De Marinis e dalla postfazione di Gerardo Guccini, sarà raccontato dall’autore insieme al suo protagonista, Luigi Dadina, e alla storica dell'arte Viviana Gravano. 

Racconti su un attore operaio racconta alcuni momenti della vita di Luigi Dadina: fino ai vent’anni tra Porto Corsini e il Villaggio Anic, poi con il Teatro delle Albe di Ravenna. Michele Pascarella l’ha scritto a partire da una grande quantità di conversazioni avute con lui e di esperienze condivise dalla fine degli anni Novanta a oggi. Seguendo i suggerimenti di Cesare Zavattini in merito al «pedinamento del reale» e alla convinzione che «il banale non esiste», l’autore ha cercato di raccontare gli aspetti concreti e minuti della vicenda di Gigio (tutti chiamano così Luigi Dadina, da sempre): lui non è un teorico, è un uomo che realizza la sua essenza soprattutto attraverso il fare. «Stare molto vicini alle cose credo sia corretto e rispettoso di questo suo modo d’essere – dice Pascarella. Per la stessa ragione ho mantenuto un registro linguistico concreto. Il mio obiettivo: raccontare una storia che si possa almeno un po’ immaginare, leggendola. Mi piace pensare di averla scritta anche per chi non è interessato al teatro in generale, né al Teatro delle Albe in particolare, né a Gigio: destinatario ideale è chiunque abbia voglia di rimanere per un po’ di tempo in compagnia della vita di un uomo». Il libro è arricchito dai racconti di molte persone in diversi modi vicine a Luigi Dadina, e dai pensieri di Marco De Marinis (prefazione) e Gerardo Guccini (postfazione). «Mi sono apprestato a questa piccola impresa con un po’ di timore – ricorda l’autore. Oggi sento molta gratitudine per le sorprese che sono arrivate».


L’AUTORE
Michele Pascarella è critico e studioso di teatro, danza e arti visive, curioso di altre arti, ufficio stampa e comunicazione di progetti culturali. Da circa un quarto di secolo mette assieme e mescola storie, parole, immagini e persone. Dal 1992 si occupa di teatro contemporaneo e tecniche di narrazione. Grazie al DAMS dell’Università di Bologna scopre un mondo di autori sorprendenti e opere luminose che hanno attraversato gli ultimi cento anni. Come studioso di arti performative si interessa in particolare delle rivoluzioni del Novecento e delle contaminazioni fra le diverse pratiche artistiche. Racconti su un attore operaio è il suo primo libro.

VIVIANA GRAVANO
Viviana Gravano è curatrice di arte contemporanea e professoressa di Storia dell’arte contemporanea e Metodologia e teoria dell’arte contemporanea presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli. È socia fondatrice del collettivo curatoriale Routes Agency cura of contemporary art che ha sede a Roma. Ha collaborato alla redazione della rivista “Art’O. Da qualche anno fa parte del gruppo di ricerca di Katrièm associazione, soprattutto nell'ambito del progetto di [non]museo e nella co-direzione, insieme a Valentina Pagliarani, del “Convegno di BIM!”, microfestival di cultura infantile. Ha pubblicato numerosi saggi monografici e saggi in cataloghi.





 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Data Ultima Modifica:
19 Aprile 2017

Data di Pubblicazione: 19/04/2017