1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Cosa visitare
 

Contenuto della pagina
 
 

Celebrazione della Madonna del Monte

Martedì 15 agosto la Chiesa celebra la festa dell’Assunzione della Beata Vergine Maria.
A Cesena la solennità trova il suo particolare punto di riferimento alla Basilica dove si prega la Madonna del Monte, e nell’attiguo monastero animato dai monaci della congregazione benedettina sublacense-cassinese.

Durante la giornata, le Messe saranno celebrate a ogni ora dalle 6 alle 12. Alle 17 saranno recitati i Vespri solenni.
Alle 18 il vescovo Douglas Regattieri presiederà la Messa solenne; i canti saranno eseguiti dalla corale “La Gregoriana” diretta da Pia Zanca.
L’emittente radiofonica Radio Maria trasmetterà in diretta, a partire dalle 18, il pontificale dell’Assunta presieduto dal vescovo. Nel giorno della festa, in cripta saranno disponibili diversi sacerdoti per le confessioni.
La solennità sarà preceduta da una Novena, dal 5 al 14 agosto: al termine della Messa feriale delle 7,20 ci sarà il canto delle Litanie, seguito dalla preghiera alla Madonna del Monte.


Inoltre Chiese aperte d’estate in centro a Cesena: Sant’Agostino, Santa Cristina e San Zenone
Anche per l’estate 2017 l’Ufficio Arte sacra e Beni culturali della Diocesi ha disposto l’apertura delle chiese storiche del centro: Sant’Agostino (piazza Aguselli), Santa Cristina (via Chiaramonti), San Zenone (via Uberti).
Orari di visita: sabato, dalle 16,30 alle 18,30 (da giugno a dicembre 2017).

L’iniziativa intende favorire la conoscenza e la valorizzazione di una parte molto significativa del nostro patrimonio storico, artistico e religioso: in particolare, tre edifici sacri che spiccano per l’originalità dell’architettura, per la ricchezza di decori e arredi, per il ruolo spirituale e culturale posseduto nelle vicende e nel tempo.I tre templi, infatti, portano la firma di illustri architetti: a Luigi Vanvitelli (1700-1773) si attribuisce la magnificente sontuosità di Sant’Agostino; Giuseppe Valadier (1762-1839), per diretto incarico del papa cesenate Pio VII Chiaramonti, inventa in Santa Cristina un geniale piccolo pantheon neoclassico; è opera di Pietro Carlo Borboni (1720-1773) l’impianto di San Zenone, che armonizza con perizia in un dialogo vibrato le linee della facciata con quelle dell’interno.
Pagine di raffinata cultura artistico-religiosa, un vero spettacolo di architetture che imbandiscono lezioni di spazio e tempo.



 
 
 
 
 
 
 
Turismo Made in Cesena