1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Cesena - Testata per la stampa

Giardini al cinema

Giardini e giardiniere fuori dalle regole

Certamente è stato il caso a legare, fin dalle sue origini, il cinema alla figura del giardiniere, ma certo è che nella fumosa sala del Grand Café sul Boulevard des Capucines a Parigi, il 28 dicembre del 1895, una platea di persone
si è molto divertita a vedere L’innaffiatore innaffiato (L’Arroseur arrosé), una breve comica filmata dai Lumière in cui un giardiniere finisce lavato nel suo orto.
Da quel momento il cinema ci ha regalato una serie di straordinari personaggi-giardinieri, figure lontane nel tempo e nello spazio, unite da quello spirito di reciprocità che lega l’uomo alla terra. Un legame che porta il giardiniere a prendersi cura del suo giardino ma nello stesso tempo ad essere curato da esso.
Nella rassegna vedremo due di queste giardiniere, due donne che nella difficoltà vivono il caos in modo creativo: Grace, che non sa resistere all’imperativo di provare a salvare alcune piantine moribonde, poco importa che siano illegali, e Sabine de Barra, che sa accettare l’imprevedibile della Natura e lo innesta nelle regole ferree del giardino più formale e gerarchico della sua epoca: Versailles.

Le proiezioni saranno precedute da una breve introduzionea cura dell'architetto paesaggista Giovanna Mattioli
Ingresso € 5, ridotto € 3

 
 
 

Lunedì 18 dicembre ore 21:00 al Cinema San Biagio

LE REGOLE DEL CAOS
(A Little Chaos, GB/2014) di Alan Rickman (112’)

1682. Sabine De Barra (Kate Winslet), paesaggista nelle campagne francesi, è convocata alla corte di Luigi XIV per realizzare uno dei giardini principali del nuovo Palazzo di Versailles, ancora in costruzione. È la candidata più improbabile per l’incarico, ma i suoi progetti, dopo le prime diffidenze, convincono l’artista di corte, l’architetto paesaggista André Le Nôtre.
Mentre impara a destreggiarsi nell’intricata rete di rivalità, regole ed etichette di palazzo e a fare i conti col proprio passato, Sabine conquista la fiducia del sovrano e il cuore di Le Nôtre.
Commedia romantica in costume, è la seconda regia, dopo L’ospite d’inverno, dell’attore Alan Rickman (che ritaglia per sé il ruolo di Re Sole).
In collaborazione con il comitato scientifico della Biblioteca Malatestiana

 
 

Lunedì 08 gennaio ore 21:00 al Cinema San Biagio

L’ERBA DI GRACE
(Saving Grace, GB/2000)  di Nigel Cole (90’)

Pacifica casalinga di un pacifico paesino della Cornovaglia, Grace scopre che il defunto marito le ha
lasciato, oltre al dolore per la sua dipartita, una marea di debiti da saldare. A salvarla dagli impicci è il suo hobby, il giardinaggio, che decide di convertire a un tipo di coltivazione particolarmente redditizio, la marjiuana. Sulla scia di Full Monty, di pochi anni precedente, è una commedia lieve e divertente su personaggi ordinari alle prese con situazioni fuori dall’ordinario, con tanto umorismo british, un moderato antiproibizionismo e una grande protagonista, Brenda Blethyn.

In collaborazione con il comitato scientifico della Biblioteca Malatestiana

 
 

Martedì 09 gennaio ore 17:00 - Biblioteca Malatestiana

Conferenza Viaggio attraverso i giardini italiani
con Vincenzo Cazzato
Università del Salento
Presidente Comitato Scientifico Associazione Parchi e Giardini d’Italia


Professore ordinario di Storia dell’Architettura, Arte dei giardini e Architettura del paesaggio presso la Facoltà di Beni Culturali dell’Università di Lecce.  Collaboratore del Ministero per i beni e le attività culturali, è coordinatore del Comitato nazionale per lo studio e la conservazione dei giardini storici e del Centro di Studi sul Barocco di Lecce; “Chargé de recherche” presso il Centro di Studi sulla Cultura e l’Immagine di Roma. Due volte vincitore del premio Grinzane-Cavour- Giardini Botanici Hanbury ha scritto libri e saggi sulla storia dei giardini, sul barocco italiano, sui problemi della tutela e della conversazione dei beni culturali. È membro del Comitato Internazionale ICOMOS-IFLA per i paesaggi culturali , Presidente della Giuria del Premio “Il parco più bello d’Italia” e membro del Comitato scientifico dell’APGI (Associazione Parchi e Giardini d’Italia).








 
 
 


Data Ultima Modifica:
05 Dicembre 2017

Data di Pubblicazione: 05/12/2017