1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Doc in Tour 2018

 

Dodicesima edizione della rassegna itinerante di documentari promossa da Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con Fice, associazione Documentaristi dell’Emilia-Romagna e Cineteca di Bologna. 
Tanta Romagna con Fugh int i scapàin e L’uomo che sconfisse il boogie, dedicati alla cultura del liscio, e Oltremare, storie di emigranti di un paese dell’imolese nel fascistissimo Impero Italiano d’Africa. E poi Sensibile, reportage su discusse patologie legate a iperensibilità chimica ed elettromagnetica.

 
 

Lunedì 23 aprile ore 21.00 - Cinema San Biagio


FUGH INT I SCAPÀIN
(Italia/2017) di Marco Landini, Gianluca Marcon (30’)

Dal 1969 ogni mattina d’estate il Bagno Corrado di Gatteo Mare si trasforma in un’atipica balera. C’è Guido, che ha imparato a ballare da quando è vedovo, Silvana che viene da Milano e si mantiene giovane con il movimento, e poi Mario che abita in collina. I passanti incuriositi si fermano a osservare, qualcuno accenna un passo di danza mentre il sole colora di rosso l’orizzonte del mare.

L’UOMO CHE SCONFISSE IL BOOGIE
(Italia/2006) di Davide Cocchi (61’)
“In Romagna il primato del liscio in sala da ballo viene ripristinato dopo l’invasione dei generi d’oltreoceano avvenuta nell’immediato dopoguerra”, recita un articolo del Corriere delle Sera del 1954. Secondo Casadei da quel momento non è più un musicista: diviene un mito, una bandiera. Come recitano gli strilloni del tempo, è “l’uomo che sconfisse il boogie!”.

Incontro con Marco Landini, Gianluca Marcon e Davide Cocchi

 
 
 

Eventi precedenti:

 
 

Lunedì 9 aprile ore 21.00 - Cinema San Biagio


OLTREMARE

(Italia/2017) di Loredana Bianconi (84’)

Negli anni Trenta dal piccolo paese di Borgo Tossignano, alle porte di Imola, sono in tanti a emigrare nelle colonie dell’Impero Italiano d’Africa spinti dalla miseria o dallo spirito di avventura. Convinti dalla propaganda fascista del mito della terra promessa, vanno a prendersi il loro ‘posto al sole’. 
Ma il sogno si spezza con la guerra: sono costretti a ritornare, malvisti e senza più nulla. La loro epopea ci è svelata dalle parole, dalle memorie scritte e dalle centinaia di fotografie di alcuni abitanti. Piccole vicende personali che si intrecciano con gli eventi drammatici della grande Storia. 

Incontro con Loredana Bianconi 

Doc in Tour è una rassegna itinerante promossa da Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con FICE Emilia-Romagna e D.E.R  Documentaristi Emilia-Romagna.

 
 
 

Lunedì 16 aprile ore 21.00 - Cinema San Biagio


SENSIBILE
(Italia/2017) di Alessandro Quadretti (84’)

Primo documentario italiano su due malattie ambientali in forte crescita: la sensibilità chimica multipla (Mcs) ed Elettrosensibilità (Ehs), due patologie ambientali in forte crescita e non ancora riconosciute dal sistema sanitario nazionale. A volte presenti entrambe nello stesso soggetto, comportano nel primo caso l’impossibilità di tollerare esposizioni a sostanze chimiche e, nel secondo caso, a campi elettromagnetici, anche in quantità minime. E' importante sottolineare che nel 75% dei casi le persone “sensibilizzate” sono donne.

Sono poche le nazioni che hanno intrapreso un percorso di ricerca indipendente e d’identificazione della malattia, anche a causa di alcune perplessità espresse da parte della comunità scientifica. In Italia la situazione è particolarmente complicata, dato che le istituzioni tardano a riconoscere sia le patologie, sia i diritti dei malati. Che, spesso, sono costretti - se possono permetterselo - a costosissime trasferte all’estero dove si praticano cure che nel nostro Paese non sono consentite; in alternativa, obbligati a vivere una vita di rinunce, isolandosi e perdendo lavoro, relazioni e affetti.

Quadretti racconta le storie di chi soffre e di chi cura queste patologie in un paese come l’Italia, dove le istituzioni tardano a riconoscere i problemi legati alle malattie ambientali.

“Sensibile - racconta il regista forlivese Quadretti - è stato prodotto da Officinemedia in collaborazione con Associazione italiana elettrosensibili, Remedia malattie e disabilità ambientali e Comitato Lecce via cavo; nel 2017 ha ottenuto anche un finanziamento dal basso tramite il crowdfunding che ha coinvolto decine e decine di persone. Racconta le storie di chi soffre e di chi cura, di chi ha dovuto reinventare la sua vita, affrontando i cambiamenti indotti dalla malattia; ma, soprattutto, vuole evidenziare, oltre la retorica e i facili slogan, che le malattie ambientali sono un problema di tutti. Perché un ambiente malsano, aggressivo e inospitale sarà sempre una minaccia, anche per chi ora non è malato”.

Incontro con Alessandro Quadretti. Musica dal vivo con Massi Amadori (Opez)

 
 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
20 Aprile 2018

Data di Pubblicazione:
27 Marzo 2018

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it