1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Al via il progetto #cambiamomarcia - I Comuni di Cesena e Cesenatico per la mobilità sostenibile

logo #cambiamomarcia

La prima azione sarà l'incentivo per chi lascia l'auto e prende la bici per recarsi al lavoro

Entra nel vivo il progetto “Cambiamo marcia - Cesena e Cesenatico per la mobilità sostenibile”, finanziato dal Ministero dell’Ambiente, Tutela del territorio e del mare, nell'ambito del “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro”.

Il progetto, che si concluderà nel 2021, intende promuovere e sviluppare infrastrutture e servizi integrati ed innovativi per favorire la mobilità sostenibile lungo i percorsi casa-scuola e casa-lavoro nei Comuni di Cesena e Cesenatico. 

Attraverso azioni di sensibilizzazione nelle scuole, nelle aziende del territorio, interventi strutturali per la messa in sicurezza dei percorsi ciclo-pedonali e l’attivazione di buoni mobilità, l’obiettivo del progetto integrato è quello di coinvolgere le comunità urbane per promuovere un cambio delle abitudini quotidiane di spostamento. 
Il filo rosso che unisce tutte le azioni integrate è una strategia di formazione permanente e integrata che mette al centro le scuole, le famiglie e il mondo privato delle aziende per cambiare marcia e ripensare al modo in cui ci spostiamo.


Perché “Cambiamo marcia”?
C’è bisogno di cambiare marcia, è necessario modificare il volto della mobilità nelle città, dando priorità a modalità di spostamento sostenibili, dolci, che abbiamo un impatto più lieve sulla città, sull’ambiente e che favoriscano la salute, la sicurezza e la socialità. Non c’è più tempo per pensare che l’auto sia l’elemento chiave attorno al quale progettare la mobilità urbana ed extraurbana. C’è bisogno di ingranare una marcia nuova, fatta di scelte sempre più a misura di persona. Incentivando chi decide, ogni giorno, di lasciare l’auto a casa e di andare al lavoro in bici. 
C’è bisogno di una marcia nuova per le comunità scolastiche che devono poter scegliere Pedibus o Bicibus per andare da casa a scuola e per le famiglie, dove le scelte di mobilità devono cambiare per tutti. E la marcia nuova è qui: sono i bimbi e i ragazzi che hanno la possibilità di sperimentare tutti i giorni uno spostamento a piedi, in compagnia, in allegria, quasi in autonomia.

La marcia nuova sono le infrastrutture che migliorano di anno in anno con nuove piste e percorsi ciclo-pedonali, spazi dedicati alla mobilità dolce. La marcia nuova sono gli incentivi economici sugli spostamenti in bici casa-lavoro.



Azioni integrate 
Il progetto prevede varie azioni, suddivise in 3 filoni di intervento: 

1 - mobilità sostenibile nei percorsi casa-scuola, 
2 -  mobilità sostenibile nei percorsi casa-lavoro,
3 -  mobilità sicura e interventi sulle infrastrutture ciclo-pedonali.  

Per la realizzazione delle azioni si prevede il coinvolgimento di una fitta rete di soggetti tra cui le scuole, le associazioni che lavorano sui temi di sostenibilità ambientale e mobilità, le aziende del territorio, la Polizia Municipale e il coordinamento con ARPAE Emilia Romagna - Rete regionale dei Centri di Educazione alla Sostenibilità.

La prima azione che verrà messa in campo sarà proprio quella volta a favorire la mobilità sostenibile da casa al lavoro.
L’iniziativa, denominata “Al lavoro in bicicletta”,  prevede un incentivo di 25 centesimi per ogni chilometro del percorso da casa al lavoro, con un tetto massimo di 2,50 euro al giorno e di 50 euro al mese.
La rendicontazione dei chilometri effettivamente percorsi sarà resa possibile da una app che chi aderirà al progetto dovrà scaricare sul proprio smartphone. 
L’obiettivo dichiarato è di promuovere modalità di trasporto che inducano alla progressiva riduzione dell’utilizzo del mezzo privato motorizzato a favore della bicicletta, per contribuire alla salvaguardia dell’ambiente e al miglioramento della salute, della sicurezza e del benessere della popolazione. 
L’avvio è previsto per lunedì 2 luglio, quando sarà pubblicato il bando per l’erogazione di incentivi.
Per saperne di più e scaricare il bando (dal 2 luglio): http://www.comune.cesena.fc.it/cambiamomarcia/bandocasalavoroinbici

Finanziamento 
Il progetto ha un importo totale di circa 3 milioni di euro, di cui 1 milione di euro (pari al 34% del costo complessivo) finanziato dal Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro del Ministero dell’Ambiente, Tutela del territorio e del mare.Della cifra complessiva, oltre 2 milioni di euro sono destinati per la realizzazione e l'adeguamento di nuove piste ciclabili e messa in sicurezza di percorsi ciclo-pedonali attorno ai plessi scolastici. Mentre circa 700.000 euro verranno impiegati per implementare azioni di mobilità sostenibile nei percorsi casa-scuola, campagne di informazione e formazione per aziende provate, supporto al mobility manager scolastico e aziendale.

www.cambiamomarcia.it 



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
02 Luglio 2018

Data di Pubblicazione:
28 Giugno 2018

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it