1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Cesena - Testata per la stampa

Cesena ebraica. Un percorso fra carte e codici


Al via le celebrazioni per il 600° anniversario della nascita di Malatesta Novello (1418-2018) con un importante convegno di studi ebraici dal titolo "Cesena ebraica. Un percorso fra carte e codici",  che si terrà domenica 02 settembre nella Sala Lignea della Malatestiana, in occasione della Giornata Europea della cultura ebraica - EDJC - European Days of Jewish Culture.
Non tutti sanno infatti che Cesena detiene un patrimonio ebraico, custodito nella Biblioteca Malatestiana, nell’Archivio di Stato e nell’Archivio Storico Diocesano, e che la città diede i natali al rabbi Ovadyah Sforno Servadio (nato intorno al 1470-75), esperto di Talmud e Torah, filosofo ed esegeta.

La Malatestiana conserva un fondo di sette manoscritti ebraici le cui origini risalgono al Quattrocento e ad alcune famiglie ebraiche risiedenti e operanti nella città malatestiana in qualità di banchieri prestatori e di medici (come risulta da documenti coevi). 
Gli Archivi dello Stato e della Diocesi vantano invece importanti e rari frammenti ebraici variamente riutilizzati e impiegati. 

Convegno
Biblioteca Malatestiana, Sala Lignea
ore 9,00
Apertura e saluti

ore 9,30
MAURO PERANI (Università di Bologna)
Frammenti ebraici dell’Archivio diocesano e dell’Archivio comunale

ore 10,05
SAVERIO CAMPANINI (Università di Bologna)
Ovadia Sforno, filosofo ed esegeta

ore 10,40
GIULIANO TAMANI (Università Ca’ Foscari di Venezia)
La tradizione ebraica (e latina) del Canone di medicina di Avicenna

ore 11,15
SILVIA DI DONATO (SPHERE Science Philosophie Histoire, CNRS, Paris)
Il commento di Averroè alla Logica di Aristotele e le tavole astronomiche
di Abraham bar Hiyyah

ore 11,50
FRANCESCA PANOZZO (MEB - Museo Ebraico di Bologna)
Le Carte della Famiglia Saralvo

ore 12,30
Inaugurazione e visita guidata alla mostra:
"Cesena ebraica. Un percorso fra carte e codici"
In esposizione in Sala Piana i sette codici ebraici malatestiani, le carte Saralvo nonché i frammenti ebraici dall'Archivio diocesano e dall'Archivio comunale

La mostra rimarrà aperta fino al 20 settembre 2018 con i seguenti orari: dal martedì al sabato
dalle 9 alle 19, la domenica dalle 10 alle 19 e il lunedì dalle 14 alle 19

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Data Ultima Modifica:
28 Agosto 2018

Data di Pubblicazione: 22/08/2018