1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Malatesta 600

Malatesta 600 è il contenitore tematico che la Biblioteca Malatestiana ha promosso in occasione delle celebrazioni per il 600° anniversario della nascita di Malatesta Novello (1418-2018) per ospitare le diverse iniziative che sono state organizzate per rilanciare lo studio e la ricerca sulla figura di Malatesta Novello e più in generale sul periodo malatestiano. Convegni, conferenze, presentazioni e mostre approfondiranno aspetti diversi in una prospettiva il più possibile unitaria, spaziando dalla presenza ebraica a Cesena alla miniatura dei codici malatestiani, dalle architetture segrete della Libraria Domini all’esito delle indagini scientifiche condotte sui resti mortali di Malatesta Novello.

 
 
  1. Sabato 27 ottobre: "Indagini sulle presunte spoglie di Malatesta Novello"
  2. Martedì 20 novembre: Premio Malatesta Novello
 
 


Sabato 27 ottobre 2018

Aula Magna, ore 11.00
Indagini sulle presunte spoglie di Malatesta Novello
Interviene Francesco Maria Galassi

Nelle giornate dall’8 all’11 febbraio 2018 sono state effettuate indagini non invasive, condotte dalla ditta Ahrcos sulla parete di fondo della Malatestiana nella zona adiacente alla lapide, per consentire una ricognizione archeologica, antropologica e paleo-patologica sui presunti resti di Malatesta Novello. Dopo le operazioni – eseguite alla presenza dell’architetto Emilio Roberto Agostinelli, responsabile Patrimonio Architettonico della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Ravenna, e della dott.ssa Cinzia Cavallari, funzionaria archeologa della Soprintendenza responsabile del territorio di Cesena – si è proceduto all’apertura dell’urna rinvenuta dietro alla lapide. L’urna conteneva una serie di ossa, due rotoli di pergamena chiusi in due cilindri di piombo, e due suole in cuoio appartenenti a un paio di calzature. La ricognizione antropologica e paleo-patologica è stata compiuta da un team della Flinders University (Australia) guidata dal paleopatologo Francesco Maria Galassi. Durante l’incontro saranno dunque resi noti i risultati delle indagini condotte sui campioni delle ossa tramite C14 volte a stabilire il secolo di appartenenza delle stesse.

Francesco Maria Galassi (MD), Adjunct Senior Research Associate presso la Flinders University (Australia), Visiting Academic presso l’Università di Firenze, medico e paleopatologo, si occupa della storia delle malattie nel passato e della loro evoluzione. Tra le sue scoperte principali il primo caso di ictus documentato in paleopatologia in una mummia naturale della metà del ‘700 e il caso più antico di gigantismo nella storia. E’ noto anche per il suo studio di cold cases del passato,tra cui spicca il riesame della malattia di Giulio Cesare con cui ha smentito la tesi epilettica ed è regolarmente invitato a tenere conferenze e seminari nei più prestigiosi atenei del mondo. Nel 2017 la rivista americana Forbes lo ha incluso nella lista dei 30 scienziati under 30 più influenti in Europa.
E’ autore di libri divulgativi tra cui “Un Mondo senza vaccini? La vera storia” (C1V Edizioni), collabora con Lettura-Corriere della Sera e ha partecipato a trasmissioni televisive di grande successo quali Superquark.

************************************************************

 


Martedì 20 novembre 2018
Biblioteca Piana, ore 17.00
Premio Malatesta Novello
Il Premio Malatesta Novello - Città di Cesena è stato istituito nel 2007 quale riconoscimento per i cesenati che, con la loro opera, hanno contributo al miglioramento della città, proprio come in passato fece Malatesta Novello, Magnifico Signore, con l’istituzione della Libraria Domini, oggi Memoire du Monde. Il Premio Malatesta Novello-Città di Cesena nasce come omaggio di stima, esclusivamente di prestigio morale, da attribuire a persone, cesenati per nascita o residenza o che abbiano operato a favore della città, che si siano distinte per la loro opera meritoria in campo sociale, culturale, artistico, scientifico, sportivo ed economico. Il premio può essere attribuito anche alla memoria. Il regolamento stabilisce che i candidati vengano individuati dai componenti della Giuria, presieduta dal Sindaco di Cesena e composta da due giurati nominati dal primo cittadino.
I cittadini di Cesena possono proporre nominativi meritevoli del Premio motivando la candidatura.
In ogni edizione vengono premiate fino a tre persone per le categorie relative all’impegno nella città di Cesena, nel mondo (portando quindi lustro alla città) e alla memoria. I vincitori, o loro rappresentanti o eredi vengono invitati a partecipare alla Cerimonia di premiazione che si terrà il 20 novembre. Proprio il 20 novembre, infatti, ricorre la morte di Malatesta Novello e la fine della signoria malatestiana sulla città. In tale occasione, e alla presenza delle autorità, i vincitori ricevono ufficialmente e personalmente il riconoscimento

 

Eventi precedenti:

Domenica 2 settembre 2018
Sala Lignea, ore 9.00
Convegno di studio
Cesena ebraica. Un percorso fra carte e codici

************************************************************


Venerdì 5 e s
abato 6 ottobre 2018

Convegno di studio
Hortus in bybliotheca. Un itinerario nel giardino della miniatura

************************************************************

 


Sabato 13 ottobre 2018
Aula Magna e Sala San Giorgio, ore 17.00
Presentazione del volume e inaugurazione della mostra
La Biblioteca Malatestiana. Storie & segreti 
(Il Vicolo Editore, 2018)

Intervengono: Paola Errani, Piero Lucchi, Ilaria Maggiulli, Marco Palma, Daniele Pascale Guidotti Magnani e Marisa Zattini

Questo nuovo lavoro collettivo dedicato alla Malatestiana presenta elementi di novità che coinvolgono l’intero processo produttivo, dall’ideazione del progetto alle modalità di finanziamento, dalla metodologia di lavoro utilizzata ai risultati conseguiti dai diversi percorsi di ricerca. Il volume dedica un’attenzione privilegiata agli aspetti materiali del manufatto e del corpus manoscritto: quelle “architetture segrete” che rimandano tanto alle caratteristiche costruttive della biblioteca quanto alle modalità di formazione e di strutturazione della raccolta libraria, ovvero l’ordine degli spazi e l’ordine dei libri. E ancora, strettamente connesso alla materia edilizia e a quella scrittoria, l’elemento umano: quello simbolico dei viri illustres testimoniati dai codici a formare un pantheon ideale di riferimento e quello carnale di coloro che quegli spazi hanno percorso e quei libri hanno consultato lasciando la propria indelebile traccia sui muri e sui plutei.

************************************************************

 
 

 
 
 

Data Ultima Modifica:
18 Ottobre 2018

Data di Pubblicazione:
27 Agosto 2018

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it