1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

40 anni del Centro Cinema (1979-2019)

Nel 2019 ricorre il quarantennale del Centro Cinema Città di Cesena, che avviava i suoi primi passi nel gennaio del 1979. Per festeggiare questo anniversario, Cesena Cinema propone una rassegna dedicata ai film girati
a Cesena, che si apre con Luci lontane di Aurelio Chiesa e che presenterà anche opere di Franco Mescolini, Corrado Bertoni, Alvaro Evangelisti e altri, oltre a mostre fotografiche al San Biagio (sui film che hanno caratterizzato la storia della città) e al Teatro Bonci (sui personaggi che sono stati ospitati nelle sue sale).

A completare l’omaggio ai 40 anni di attività del Centro Cinema Città di Cesena due mostre allestite al teatro Bonci e al San Biagio.E’ dedicata ai personaggi passati in questi decenni al San Biagio la mostra “40 anni del Centro Cinema (1979-2019). Gli attori e i registi” allestita nel foyer e nei corridoi dei palchi del Teatro Bonci con foto di Raffaele Capponcelli/Pippo Foto e di Alberto Dradi Maraldi. 
Al San Biagio sarà invece allestita la mostra documentaria “40 anni del Centro Cinema (1979-2019). Tra star e programmi” che mescola una ventina di foto in bianco e nero sui divi di Hollywood - provenienti dalla prima mostra fatta nel 1980 sul divismo, con foto recuperate da pubblicazioni varie e stampate dal fotoclub dell'epoca - e alcuni dei programmi - scelti in maniera casuale dal programma della settimana inaugurale a quello della prima edizione di Piazze di cinema, che ne hanno caratterizzato la storia.Entrambe le mostre saranno inaugurate domenica 3 febbraio; quella al teatro Bonci rimarrà allestita fino al 31 marzo, mentre quella del San Biagio si potrà visitare fino alla fine di aprile.

Martedì 22 gennaio, ore 21.00 - Cinema San Biagio

LUCI LONTANE
(Italia/1988) di Aurelio Chiesa (99’)

In un’imprecisata cittadina della Romagna, Bernardo (Tomas Milian), vedovo da pochi mesi, riceve dal figlio di dieci anni la confessione di aver rivisto la madre. Inizialmente incredulo, poco tempo dopo ha effettivamente un incontro con la moglie defunta, che presenta però un’altra personalità. Il fenomeno si ripete per altri abitanti del paese, che cominciano a temere questi strani morti viventi. Tentativo insolito di fantastico più metafisico che horror, seconda regia di Aurelio Chiesa dopo Bim bum bam, è girato in gran parte a Cesena, con alcune scene realizzate alle terme di Cervia. Nel cast anche una giovane Laura Morante e William Berger.
Incontro con Aurelio Chiesa

 
 
 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
22 Gennaio 2019

Data di Pubblicazione:
21 Dicembre 2018

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it