1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Quaderni di Serafino Gubbio operatore. Lettura a puntate del romanzo di Pirandello

da sabato 2 febbraio a sabato 13 aprile 2019

Dopo il successo dello scorso anno de Le avventure di Pinocchio di Carlo Collodi, ERT Fondazione, grazie alla collaborazione del Comune di Cesena – Biblioteca Malatestiana, dà avvio a un nuovo ciclo di letture in sei puntate dedicate al romanzo Quaderni di Serafino Gubbio operatore di Luigi Pirandello.

Sabato 2 febbraio alle ore 17.00 presso la Biblioteca Malatestiana di Cesena, l’attore Michele Dell’Utri legge il primo episodio, La mano.
Un viaggio per tornare indietro alle origini del cinema, che con il suo arrivo ha stravolto il senso del vero, e per raccontare lo shock di quegli anni con lo sguardo ironico e disincantato di Pirandello.
La drammaturgia è curata da Gianmarco Marabini, Carlotta Pansa e Teresa Vila, allievi del corso “Perfezionamento: Dramaturg Internazionale” della Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro – laboratorio permanente per l’attore (approvato dalla Regione Emilia-Romagna e cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo).

Realtà e finzione, vita e forma: le grandi ossessioni di uno dei più autorevoli drammaturghi e scrittori italiani, Luigi Pirandello. La prima versione di Quaderni di Serafino Gubbio operatore uscì a puntate in
rivista nel 1915 con il titolo di Si gira… nel pieno dell’euforia futurista per le nuove tecnologie artistiche.
Pirandello, dallo spirito più incline alla critica umoristica, si immagina un modo meno entusiastico e più ambiguo di raccontare il cinema. Sceglie di farlo con il personaggio Serafino Gubbio, mero operatore
cinematografico per la casa di produzione Kosmograph. Un uomo ridotto alla sua mano, al gesto tecnico e spersonalizzato di muovere una manovella, per sfamare la macchina da presa di cui è al servizio e per
soddisfare il sempre più esigente mercato dell’intrattenimento. Ma la macchina esercita uno strano fascino, una sua attrattiva, con la sua capacità di confondere realtà e finzione, vita e forma, nel trasformare la persona ripresa in personaggio.

In un mondo in cui il confine tra ciò che esiste e ciò che si rappresenta è sempre più labile, dove finisce l’immagine che abbiamo di noi e dove inizia quello che siamo? L’eroicomico protagonista Serafino Gubbio, operatore al servizio della macchina da presa, e i personaggi strampalati che gli ruotano attorno narrano
molto della nostra contemporaneità e della tentazione di sostituire alla realtà la sua immagine falsa.

Programma completo
Sabato 2 febbraio 2019, ore 17
Biblioteca Malatestiana
La mano
legge Michele Dell’Utri

Sabato 9 febbraio 2019, ore 17
Biblioteca Malatestiana 
I due amanti
legge Simone Francia

Sabato 2 marzo 2019, ore 17
La macchina
Biblioteca Malatestiana 
legge Diana Manea

Sabato 9 marzo 2019, ore 17
Il suicida
Biblioteca Malatestiana 
legge Simone Francia

Sabato 6 aprile 2019, ore 17
La febbre (con varia ed eventuali)
Biblioteca Malatestiana
legge Michele Di Giacomo

Sabato 13 aprile 2019, ore 17
La tigre
Biblioteca Malatestiana
leggono gli studenti del Liceo Linguistico Statale Ilaria Alpi

----------------------------------------------------

Informazioni:
info@teatrobonci.it
Gli incontri si svolgono alle ore 17 nella Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana
Piazza Bufalini 1, Cesena

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
11 Febbraio 2019

Data di Pubblicazione:
01 Febbraio 2019

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it