SOSTIENICI
/
Fondo Vittorio Calbucci

Circa 200.000 unità tra scatti in negativo, positivi e diapositive del fondo del fotografo ufficiale de Il Resto del Carlino,Vittorio Calbucci. Le fotografie costituiscono una testimonianza preziosa della vita cesenate dagli anni ‘70 ai nostri giorni: matrimoni, inaugurazioni spettacoli, sfilate di moda, esibizioni di cantanti e attori, personaggi famosi, sport, cronaca nera e rosa.

Vittorio Calbucci

 

È giunto alla Biblioteca della città un grande dono: il fondo del fotografo ufficiale de Il Resto del Carlino, Vittorio Calbucci, morto nel dicembre 2015.

Una raccolta ricca e importantissima. Le fotografie del grande fotoreporter, a tutti notissimo e da tutti stimato, costituiscono infatti una testimonianza preziosa della vita cesenate dagli anni ‘70 ai nostri giorni: matrimoni, inaugurazioni spettacoli, sfilate di moda, esibizioni di cantanti e attori, personaggi famosi, sport, cronaca nera e rosa.

Un patrimonio fotografico, quello di Calbucci, dai numeri importanti: da una prima ricognizione si può parlare di un quantitativo molto vicino alle 200.000 unità tra scatti in negativo, positivi e diapositive.

Ora il compito più importante spetta alla Malatestiana, che si prenderà cura del delicato materiale appena giunto, provvedendo in primo luogo alla sua conservazione e al suo condizionamento – come la Biblioteca ha sempre fatto per tutelare i propri fondi fotografici – per passare poi alle fasi più tecniche di riordino, inventariazione, digitalizzazione e infine di catalogazione.

Lasciare ad una biblioteca la propria raccolta fotografica è un modo per mantenerla viva e vederla sempre più valorizzata negli anni, ed è quello che certamente accadrà al corpus fotografico di Vittorio Calbucci, grazie alla lungimirante scelta dei figli Marco e Alberto che in questo modo hanno assicurato al padre una duratura memoria.