SOSTIENICI
/
Fondo Francesco Dellamore

La raccolta, che comprende circa 4.000 fotografie e oltre 5.000 negativi in vetro e pellicola, è stata catalogata e digitalizzata ed è accompagnata da accuratissimi elenchi e scrupolose descrizioni che consentono un'agevole ricerca tematica. Francesco "Chino" Dellamore (1900-2002) collezionista, appassionato di teatro e di musica, ha donato alla Biblioteca il suo prezioso archivio fotografico.


La raccolta, che comprende circa 4.000 fotografie e oltre 5.000 negativi in vetro e pellicola, è stata catalogata e digitalizzata ed è accompagnata da accuratissimi elenchi e scrupolose descrizioni che consentono un'agevole ricerca tematica.

Francesco "Chino" Dellamore (1900-2002) collezionista, appassionato di teatro e di musica, ha donato alla Biblioteca il suo prezioso archivio fotografico, frutto della passione di una lunga esistenza che ha attraversato la storia della fotografia e porta con sé le tracce di questa storia con intuizioni interessanti.
Il fondo può essere considerato sicuramente tra i più importanti conservati in biblioteca per i temi civili rappresentati e per l'ampia documentazione offerta sulla realtà territoriale per un arco di tempo (dagli anni Venti agli anni Sessanta) in cui profonde sono le trasformazioni del tessuto urbano e del contesto socio economico.

Le fotografie, tutte di grande qualità, ci restituiscono, infatti, testimonianze iconografiche eccezionali e talvolta uniche di Cesena, la città sulla quale per tanti anni Dellamore ha posato il suo sguardo amorevole e attento cogliendone momenti irripetibili di vita comune e quotidiana.
Particolarmente significativo è il nucleo di immagini dedicato al rilevamento fotografico eseguito nelle estati del 1927-1929, delle rocche e dei castelli della Romagna al seguito del bibliotecario Dino Bazzocchi.
Non diversamente interessanti gli scatti dedicati alle appassionanti gare motociclistiche nel Circuito del Savio negli anni Venti, le numerosissime foto di cantanti lirici presenti al Teatro comunale di Cesena dal 1935 al 1970 così come le riproduzioni di locandine e manifesti di spettacoli teatrali, accuratamente cercati, fotografati, stampati e collocati all'interno di alcuni di quei preziosi 50 album fotografici donati che costituiscono, appunto, l'amore di tutta una vita.


Bibliografia
Un fotografo nel medioevo, viaggio tra le rocche e i castelli della Romagna nelle fotografie di Francesco Dellamore, a cura di G. Boni, E.M. Turci, S.l., Rotary International-Rotary Club Valle del Savio, 1998.Rocche e castelli nelle terre dei Malatesti di Sogliano, Villa Verucchio, Pazzini, 2002