SOSTIENICI
/
Lettere dei caduti cesenati

Presso la Malatestiana si conserva una tra le più consistenti raccolte italiane di autografi di soldati della prima guerra mondiale, realizzata a partire dal 1915 come parte di una vasta ricerca promossa dal Comitato nazionale per la storia del Risorgimento.


Presso la Malatestiana si conserva una tra le più consistenti raccolte italiane di autografi di soldati della prima guerra mondiale, realizzata a partire dal 1915 come parte di una vasta ricerca promossa dal Comitato nazionale per la storia del Risorgimento.
Si tratta di circa 2000 lettere e cartoline di militari cesenati, di estrazione popolare, soprattutto contadina.
Dino Bazzocchi, reggente della Biblioteca dall'aprile 1915 a tutto il 1920, e facente parte del Comitato, aggiunse alla documentazione scritta che veniva raccogliendo, schede da lui ideate in cui registrò dati anagrafici, scolarità, mestiere, cause di morte e ritratto di ogni soldato.

Questo lavoro portò alla raccolta di dati riguardanti circa 880 soldati cesenati e del comprensorio, e di oltre duemila lettere e cartoline postali autografe: destinato a confluire in una pubblicazione, desiderata dal Bazzocchi per ricordare "gli umili e grandi eroi della nostra Romagna" e purtroppo mai realizzata, ci restituisce l'immagine di una generazione della Romagna contadina e popolare che era partita per la guerra; lettere e cartoline in particolare costituiscono un'interessantissima testimonianza dal punto di vista linguistico, documentando lo sforzo compiuto dai soldati per passare dall'oralità dialettale alla scrittura italiana.

Bibliografia
Verificato per censura. Lettere e cartoline di soldati romagnoli nella prima guerra mondiale, a cura di G. Bellosi e M. Savini, Cesena, Il ponte vecchio, 2002.
_____________

Vedi anche:
-> fondo fotografico caduti