/
Archivio fotografico Giuseppe Ambrosini

Archivio fotografico Giuseppe Ambrosini


Il fondo fotografico donato dalla figlia di Giuseppe Ambrosini è una raccolta di piccole dimensioni – circa 500 fotografie – a tema biografico.
Ma per le caratteristiche della vita e della carriera di Ambrosini rappresenta anche un veloce excursus nella storia del ciclismo italiano attraverso un intero secolo o quasi.


Il percorso cronologico evidenzia come il ciclismo si sia rapidamente evoluto da passatempo per i più giovani a fenomeno di massa, raggiungendo il culmine negli anni in cui Fausto Coppi e Gino Bartali riusciranno a dividere l'Italia intera in due opposte fazioni. 
In contemporanea, lo sport perde le sue connotazioni “ricreative” diventando una vera e propria professione in cui hanno sempre maggior rilievo l'aspetto morfologico e quello tecnico.
Giuseppe Ambrosini partecipò direttamente a questo sviluppo e la sua scelta di dedicarsi ad una professione in apparenza poco promettente si rivelerà vincente: direttore della “Gazzetta dello Sport”, direttore di gara del Giro d'Italia e premio giornalistico “Saint Vincent”, consegnatogli dal Presidente della Repubblica Segni, rappresentano i vertici della sua carriera.