1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Good Bye Berlin

Attorno al muro di Berlino e alla divisione in blocchi contrapposti il cinema ha costruito storie notevoli, e non solo sul versante spionistico. A trent’anni dalla caduta del muro, due film per ricordare il clima rovente della Guerra fredda: Il ponte delle spie di Steven Spielberg, subito assurto a classico, ambientato in uno dei momenti di maggior tensione tra i ‘blocchi’, e un inedito per la nostra città, As We Were Dreaming di Andreas Dresen, dal romanzo di Clemens Meyer, ritratto di un gruppo di adolescenti dell’Est tedesco, senza più muro e sogni.

Martedì 10 dicembre, ore 21.00 - Cinema San Biagio

IL PONTE DELLE SPIE

(Bridge of Spies, USA/2015) di Steven Spielberg (141’)

Spielberg ci immerge in una delle più fitte zone d’ombra della storia americana, nel periodo rovente della Guerra fredda. Al centro del film, lo scambio (ispiratoa un fatto di cronaca, ovviamente segreta) tra una spia russa e un pilota americano nel 1962. La regia è puro Spielberg, ovvero grande calibro emotivo, bilanciato qui dall’eleganza intellettuale di una sceneggiatura firmata da Ethan e Joel Coen. Nel ruolo del buon americano, coscienza critica del film e dell’epoca che rappresenta, c’è Tom Hanks: è lui a farsi idealmente la domanda che sorregge il film, “fino a che punto possiamo continuare a usare questi mezzi per difenderci, e continuare a essere una democrazia che valga la pena difendere?”.
Una domanda che animò gli spiriti liberi e liberal all’epoca, e che oggi più che mai risuona potente.

 
 

Martedì 17 dicembre, ore 21.00 - Cinema San Biagio

AS WE WERE DREAMING

(Als wir träumten, Germania-Francia/2015) di Andreas Dresen (117’)

Dal romanzo Eravamo dei grandissimi di Clemens Meyer, l’adolescenza di un gruppo di amici nati nel-
la Germania Est negli anni del dopo Muro, tra alcol, droghe, vandalismo e sogni infranti. “Andreas Dresen
prosegue la sua cronaca ordinaria della società tedesca, scavando un solco drammatico che non nega il sorriso e si concede questa volta uno stile eccitato.
Esaltato dalle birre e spinto dalla musica elettronica, il film racconta l’età delicata di una nazione e dei suoi
figli” (Marzia Gandolfi).
Evento promosso da Comune di Lipsia e Goethe-Institut di Roma

Versione originale con sottotitoli in italiano

 



 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
29 Novembre 2019

Data di Pubblicazione:
29 Novembre 2019

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it