1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Come funzionano i T-Red?

T-red

Il T-Red è
uno degli apparecchi che rileva automaticamente il passaggio vietato con la
luce rossa del semaforo; è sempre difficile accettare di essere sanzionati da
una "macchina" fotografica ed i ricorsi ai Giudici di Pace e ai
Prefetti non mancano, anche se in realtà non c'è molto spazio per le contestazioni
infatti c’'è solo un modo per evitare
una sanzione per essere passati con il rosso: guidare con prudenza e fermarsi
prima della linea di arresto!



Il T-Red è un apparecchio
elettronico che viene installato
negli
incroci
regolati
da semaforo per rilevare e documentare, con prova video - fotografica, il passaggio con il rosso da parte dei
veicoli.


Ai
sensi del comma 2 dell'art.
41
del Codice della Strada, il semaforo è una lanterna di forma
circolare e di colore:


a)
rosso,
con significato di arresto;


b)
giallo,
con significato di preavviso di arresto;


c)
verde,
con significato di via libera.



Secondo
quanto stabilito dai commi 9, 10, 11 dell'art. 41 C.d.S.:


·       
quando è accesa la luce verde i veicoli possono
procedere verso tutte le direzioni consentite dalla segnaletica verticale e
orizzontale" ma non possono impegnare l'incrocio se non sono sicuri di
poter liberare l'area prima che si accenda il rosso.
Pedoni e ciclisti hanno la
precedenza se a essi è stata data via libera nello stesso momento.
I conducenti
che devono svoltare devono dare la precedenza ai veicoli che sopraggiungono da
destra ed a quelli inseriti nella corrente di traffico in cui stanno per
immettersi;


·       
quando è accesa la luce gialla, i veicoli non
possono superare i punti fissati per l'arresto, a meno che, nel momento in cui
si accende la luce gialla non possano fermarsi in condizioni di sicurezza. In
questo caso devono sgomberare con prudenza, ma rapidamente l'area
d'intersezione;


·       
quando è accesa la luce rossa, i veicoli non devono oltrepassare la linea
di arresto, se questa è assente non devono impegnare l'area d'intersezione e
neppure quella di attraversamento pedonale.


Poiché il rosso scatta
subito dopo la luce gialla, che consente ancora il passaggio dei veicoli, è
innegabile che la durata di quest'ultima ha la sua importanza ai fini
dell'infrazione.
Il problema è tanto più grave poiché, nel regolare i segnali
semaforici, la legge non ne stabilisce la durata ma a colmare questo vuoto
legislativo è intervenuta la giurisprudenza e la Corte di Cassazione con
la sentenza n.
11702/2017
ha ribadito l'orientamento "costante in ordine alla individuazione dei tempi di durata della
luce gialla ed è stato recentemente confermato con la riaffermazione del
principio che la risoluzione del Ministero dei trasporti n. 67906 del 16.7.2007
regola, in assenza di specifiche indicazioni del codice, il tempo di accensione
della luce gialla del semaforo, la cui durata non può essere inferiore a tre secondi in
corrispondenza al tempo di arresto di un veicolo che proceda ad una velocità
non superiore ai 50 km/h,
sicché
un intervallo superiore deve senz'altro ritenersi
congruo (Cass. 1.9.2014 n. 18470, etc)."



Il T-Red si basa su un
sistema di rilevamento che prevede il posizionamento di sensori immersi
nell'asfalto, situati prima e dopo la linea di arresto del semaforo.


Il sistema si attiva
solo quando il semaforo è rosso, per cui non si corre alcun rischio se è accesa
la luce gialla
.



La prima foto viene
scattata quando il veicolo attraversa i sensori posti prima della linea di
arresto, la seconda invece viene scattata quando il veicolo attraversa il
sensore presente dopo la linea di arresto.


Per certificare l'avvenuta
violazione le foto devono ritrarre la luce rossa del semaforo e il veicolo in
transito.

Per ogni infrazione il sistema scatta 8
foto e viene attivata la registrazione di un video che documenta la
prosecuzione della marcia.
I Fotogrammi vengono sottoposti al vaglio degli
agenti di Polizia Locale incaricati per la loro convalida ed in tale momento
per motivi di privacy vengono anche oscurati dalle foto visi, targhe e
quant'altro non direttamente connesso all'infrazione.


Poiché tale
meccanismo oscurante non è possibile per il video in virtù delle stringenti
normative sulla tutela della Privacy questo resterà agli atti della Polizia
Locale (per eventuali contenziosi) mentre i soggetti sanzionati potranno
visionare le foto su una sezione del sito della Polizia locale che verrà
indicata nel verbale.



Il T-Red, come tutte le
apparecchiature di regolazione del traffico e di rilevamento delle infrazioni
al Codice della Strada, è omologato prima della sua commercializzazione e installazione
su strada e revisionato in seguito ogni anno.



Con
il T-Red la sanzione arriva anche chi in frenata arresta il veicolo dopo la
striscia bianca di arresto infatti per tutelare i pedoni o gli
altri automobilisti è presente, nei pressi di un incrocio o di un semaforo, una linea bianca trasversale posta sull'asfalto, allo scopo di
indicare ai conducenti il punto in cui arrestare il veicolo.


Il Codice della Strada precisa all'art. 41,
comma 11, che al semaforo "durante il periodo di accensione della luce
rossa, i veicoli non devono superare la striscia di arresto, in mancanza
di tale striscia i veicoli non devono impegnare l'area di intersezione, né
l'attraversamento pedonale, né oltrepassare il segnale, in modo da poterne
osservare le indicazioni".



Il Codice
della Strada prevede che:

"Chiunque
non osserva i comportamenti indicati dalla segnaletica stradale o nelle
relative norme di regolamento, ovvero dagli agenti del traffico, è soggetto
alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 42 a euro 173" (art.
146 c.2 C.d.S.) entro 5 gg 29,40 € + detrazione di 2 punti

mentre

"il
conducente del veicolo che prosegue la marcia, nonostante che le
segnalazioni del semaforo o dell'agente del traffico vietino la marcia stessa,
è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 167 a euro 666"
(art. 146 c.3 C.d.S.) entro 5 gg 116,90 € + detrazione di 6 punti



Gli importi delle sanzioni aumentano di un terzo
se le infrazioni avvengono nelle ore notturne, precisamente nel periodo
compreso tra le 22:00 e le 07:00 di mattina.

 
 



 





 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
10 Agosto 2020

Data di Pubblicazione:
10 Agosto 2020

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it