1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Nuovo Coronavirus

Le misure in vigore con l'ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 18 ottobre 2020

Firmato l'ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (18 ottobre 2020)

Le nuove disposizioni:
 
 Le attività dei servizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) saranno consentite dalle 5 del mattino fino alla mezzanotte con consumo al tavolo, e con un massimo di 6 persone per tavolo; in assenza di consumo al tavolo l’orario di chiusura dovrà essere anticipato alle 18
 
 Resterà consentita la ristorazione con consegna a domicilio sia per l'attività di confezionamento che di trasporto, nonché, fino alle 24, la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto
 
 Agli esercenti sarà richiesto di esporre all’ingresso del proprio locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente. Le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo invece sono consentite dalle 8 alle 21
 
 Sospese le attività nelle sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso. Saranno vietate le feste nei luoghi al chiuso (comprese le abitazioni, all’interno delle quali è possibile ricevere al massimo 6 persone) e all’aperto.
Inoltre, le feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose sono consentite con la partecipazione massima di 30 persone.
 
Vietate le sagre e le fiere di comunità. Sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono a distanza
 Consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale
 
 L’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto saranno consentite solo in forma individuale. Non saranno consentite gare e competizioni.
Saranno altresì sospese tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere ludico-amatoriale.
 
 In merito alla scuola: l’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continuerà a svolgersi in presenza.
Tuttavia, al fine di contrastare la diffusione del contagio, le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adotteranno forme flessibili nell’organizzazione dell’attività, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, che rimane complementare alla didattica in presenza, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9
 
 I sindaci possono disporre la chiusura al pubblico, dopo le 21, di vie o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private
 
 È obbligatorio avere sempre con sé dispositivi di protezione (mascherina) e di indossarli nei luoghi al chiuso e in tutti i luoghi all’aperto. È fortemente raccomandato l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi
 
DPCM 18 ottobre 2020

 

 

Le misure in vigore con l'ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 13 ottobre 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm del 13 ottobre 2020 sulle misure di contrasto e contenimento dell'emergenza Covid-19.


Le principali misure

Permane per tutti i luoghi chiusi ed all’aperto la regola di base del divieto di assembramento e della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

MASCHERINE
Per mascherine si intende mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera, con forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso.

Permane:
- l'obbligo di avere la mascherina sempre con sé;
- l'obbligo di indossare la mascherina nei luoghi al chiuso ed in tutti i luoghi all’aperto ad eccezione dei casi in cui sia consentito il rispetto del distanziamento sociale.

Questi obblighi non si applicano a:
- soggetti che stanno svolgendo attività sportiva (no per la semplice camminata);
- bambini di età inferiore ai 6 anni;
- soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché per coloro che per interagire con i predetti versino nella stessa incompatibilità.

E' inoltre è fortemente raccomandato l’uso della mascherina anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi.


FESTE, CERIMONIE e ABITAZIONI PRIVATE
- sono vietate le feste in tutti i luoghi al chiuso e all’aperto.
- le feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose (es: matrimoni, battesimi, cresime, comunioni, etc.) possono svolgersi con la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti;
- nelle abitazioni private è fortemente raccomandato di evitare feste e di ricevere persone non conviventi di numero superiore a 6.

ATTIVITA’ di RISTORAZIONE E di SOMMINISTRAZIONE (ristoranti, bar, pasticcerie etc.)

- consentite sino alle ore 24.00 con servizio al tavolo;
- consentite sino alle ore 21.00 in assenza di servizio al tavolo;
- consentita la ristorazione con consegna a domicilio, nonché la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze dopo le ore 21;
- divieto di permanere nelle adiacenze dei locali dopo le 21 se non seduti al tavolo.

SPORT
- vietate tutte le attività connesse agli sport di contatto (calcetto, basket, volley, etc.), comprese gare e competizioni aventi carattere amatoriale;
- rimangono consentiti gli sport di contatto a livello professionistico e dilettantistico;
- rimangono aperte palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento.

LUOGHI DI CULTO
- l’accesso ai luoghi di culto non cambia e continua ad essere consentito nel rispetto del divieto di assembramento, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro.

SALE DA BALLO e DISCOTECHE
- restano sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso.

GITE SCOLASTICHE
- sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
20 Ottobre 2020

Data di Pubblicazione:
13 Ottobre 2020

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it