1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Stato di salute delle partecipate: pronto il rendiconto del primo semestre 2011

E intanto muove i primi passi il Comitato Utenti Città di Cesena

 E' in linea con i budget preventivati la situazione di quasi tutte le partecipate del Comune di Cesena. E' quanto emerge dal resoconto sul loro andamento economico finanziario nel primo semestre 2011, che sarà presentato questa sera alla 1^ Commissione consiliare nel corso di un'udienza conoscitiva.

"L'appuntamento di oggi - sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e il Vicesindaco Carlo Battistini - si pone in linea con l'impegno a una sorveglianza sempre più assidua e puntuale delle partecipate, in un'ottica di massima informazione e assoluta trasparenza, come indicato dalle linee di indirizzo e controllo approvate in settembre. A questo scopo ci siamo dotati di strumenti specifici, a cominciare dal sistema di rating finanziario sviluppato dai professori Giuseppe Farneti ed Emanuele Padovani dell'Università di Bologna attraverso le banche dati della società belga Bureau van Dijk, che è già stato presentato in commissione nelle settimane scorse.
 
Dalla verifica semestrale, che analizza la situazione contabile al 30 giugno, sono scaturiti risultati molto significativi: nella maggior parte delle società esaminate, l'andamento dei primi sei mesi dell'anno si pone in linea con le previsioni di bilancio. Rientrano in questo quadro società attive da tempo come Cesena Fiera, Filiera Ortofrutticola Romagnola, Acer, Unica Reti, Fa.ce, Novello spa (che prosegue il percorso preparatorio per la realizzazione del nuovo grande quartiere a ridosso della ferrovia), fino ad arrivare alle grandi società del territorio, come Hera e Romagna Acque, e a quelle di nuova costituzione, come Energie per la città. Uniche due eccezioni sono costituite da Valore Città e Consorzio Atr.
 
Per Valore Città, il programma annuale prevedeva vendite per 4 milioni e 885mila euro e un margine di  248mila euro, con un risultato di bilancio pari ad una perdita pari a 87mila euro, dovuta all'esito negativo di alcune aste svoltesi fra gennaio e giugno. Tale situazione, evidentemente influenzata dalla crisi complessiva del settore immobiliare, ha però già trovato una parziale compensazione a luglio, quando è stato possibile vendere alcuni immobili comunali  con un incasso di 929mila euro e un margine di 234mila euro. Per quanto riguarda il Consorzio Atr, a incidere negativamente è soprattutto l'incremento del prezzo dei carburanti, che va a pesare in modo molto consistente sul costo di gestione del trasporto pubblico".

Ma accanto all'accurata verifica della gestione delle partecipate, le nuove linee di controllo varate dal Comune prevedono anche una maggiore attenzione alle istanze degli utenti attraverso la costituzione del Comitato Utenti della Città di Cesena, che è appena diventato operativo: lunedì 17 ottobre, infatti, si è si è svolta la prima riunione del nuovo organismo.
 
L'Amministrazione comunale era rappresentata dal Sindaco Lucchi, dagli Assessori Battistini, Miserocchi, Montalti, Piraccini, Benedetti, Marchi, con il supporto del Direttore generale e dell'Unità operativa che si occupa del rapporto con le società partecipate. Presenti all'incontro i rappresentanti dei quartieri Fiorenzuola, Cesuola, Al mare, Cervese Sud; i capigruppo Cinzia Pagni dell'IdV, Luigi Di Placido del Pri e Bruno Giorgini di Sinistra per Cesena. Sul fronte delle associazioni hanno partecipato  Cna, Confesercenti, Confindustria, Confapi, Confartigianato, Adiconsum Cisl, Federconsumatori, Lega consumatori Acli.

Nell'incontro l'Amministrazione ha ribadito come questa iniziativa scaturisca dalla volontà di instaurare un dialogo costruttivo fra cittadini e Comune, accrescendone il rapporto di fiducia. Per garantire il buon funzionamento del Comitato sarà predisposto un disciplinare che ne definirà gli ambiti di azione e l'organizzazione pratica .

Per quanto riguarda la sua composizione, per l'Amministrazione ne faranno parte il Sindaco, il Vicesindaco e gli assessori che si occupano dell'ambito di attività della Società partecipata considerata. Ad essi si affiancheranno i Capigruppo consiliari, il coordinatore del Collegio dei Presidenti di Quartiere,  un delegato di ciascun Quartiere (individuato dal Consiglio tra i cittadini residenti), un rappresentante per ogni associazione di categoria, organizzazione sindacale e associazione dei consumatori. Il coordinamento operativo sarà affidato all'unità di progetto Partecipate del Comune.
Dai partecipanti alla riunione di lunedì è arrivata una sostanziale condivisione dell'impostazione dell'Amministrazione, con l'obiettivo di codificare al meglio i lavori del Comitato e di individuare indicatori di funzionamento dei servizi somministrati agli utenti ed alle imprese dalle società partecipate.
 
Soddisfatti dell'esito il Sindaco Lucchi e il Vicesindaco Battistini che tornano a sottolineare: "Il nostro intento è quello di accrescere la trasparenza sulla gestione delle società controllate. E il modo più efficace è quello di aumentare il flusso delle informazioni e di mettere a disposizione  del Consiglio e della città tutti gli elementi di valutazione necessari"

 
 
 

Ufficio stampa
Federica Bianchi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
07 Ottobre 2016

Data di Pubblicazione:
18 Ottobre 2011

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it