1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

"L' attualità di una presenza", omaggio a Natalia Ginzburg

Lunedì 5 dicembre, ore 17

Una conferenza e una proiezione per ricordare Natalia Ginzburg nel ventesimo anniversario della morte: così l'Assessorato alla Cultura del Comune di Cesena rende omaggio all'autrice di 'Lessico familiare'. Il doppio appuntamento, intitolato "L'attualità di una presenza", è fissato per  lunedì 5 novembre al Centro culturale San Biagio. Si comincerà alle ore 17 con  un incontro prenderà in esame non solo l'attività artistica, ma anche l'impegno civile della Ginzburg. Dopo l'introduzione dell'assessore alla Cultura Elena Baredi, prenderà la parola Elena Gagliardi, docente di Lettere al Liceo Classico di Cesena e studiosa di scrittura femminile del Novecento (al suo attivo vari articoli e saggi, fra cui uno dedicato proprio alla Ginzburg): titolo del suo intervento è  "Fare dei pensieri parole: il mestiere di scrivere".
 
Toccherà poi a Mara Valdinosi, sociologa con la passione per la storia locale, la politica (è stata Assessore e Consigliere comunale a Cesena), per la letteratura e la storia delle donne, che parlerà de  "L'impegno civile e politico" della scrittrice. Infine, l'attrice Lelia Serra leggerà alcuni brani tratti dagli scritti e interventi della Ginzburg. A rendere speciale l'incontro la presenza dei due figli della scrittrice, Carlo (grande storico, che in passato ha insegnato anche all'Università di Bologna) e Andrea Ginzburg.
Alle ore 20.00, invece, è prevista la proiezione del  film "Ti ho sposato per allegria" (1967), tratto dall'omonima commedia di Natalia Ginzburg, per la regia di Luciano Salce e con l'interpretazione di Monica Vitti e  Giorgio Albertazzi. L'ingresso è gratuito.
 
A vent'anni dalla sua morte, avvenuta a Roma il 7 ottobre 1991, Natalia Ginzburg è ricordata soprattutto per il romanzo Lessico famigliare, vincitore del Premio Strega nel1963. In realtà, la produzione della scrittrice è ampia e straordinariamente varia, comprendendo numerosi racconti, romanzi, saggi, commedie. Dai racconti giovanili pubblicati negli anni '30, al primo romanzo del 1942, La strada che va in città, proseguendo con Tutti i nostri ieri, Le voci della sera, Valentino, fino ai romanzi epistolari Caro Michele e La città e la casa, la voce della Ginzburg si è sempre distinta per chiarezza e semplicità, ma anche per lo sguardo lucido con cui ha saputo ritrarre oltre cinquant'anni di storia italiana.

Di grande valore sono  anche le sue opere di saggistica ed i suoi interventi su giornali e riviste, dai quali emergono accanto all'originalità ed all'acutezza dell'analisi, il richiamo a fondamentali valori umani ed etici su temi come la pace, il disarmo, la famiglia, la condizione dei minori (il suo ultimo libro sulla vicenda di Serena Cruz), la libertà delle donne. Tali valori ha saputo esprimere anche nella sua attività di parlamentare, dal 1983 al1991, in cui ha saputo rappresentare in modo alto la responsabilità morale e civile dell'intellettuale.

 
 
 

Ufficio stampa
Federica Bianchi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
07 Ottobre 2016

Data di Pubblicazione:
05 Dicembre 2011

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it