1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Ex scuola di Macerone

definiti i criteri per l'assegnazione dei locali alle associazioni

Si avvicina il momento in cui l'ex scuola di Macerone si trasformerà in una 'casa' delle associazioni. Nei giorni scorsi, la Giunta comunale ha assegnato ufficialmente l'immobile al Settore Servizi Sociali, primo passo del progetto per rendere questi spazi disponibili al mondo dell'associazionismo e del no-profit cesenate, e ha definito le linee guida per assegnare gli spazi.
 
"Attraverso questo progetto - sottolineano il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi e l'Assessore alle Politiche per il Benessere dei Cittadini Simona Benedetti - intendiamo rafforzare ulteriormente il già proficuo rapporto con il vasto e vivace mondo dell'associazionismo cesenate. Le tante associazioni del nostro territorio, attive nei campi più diversi, rappresentano una risorsa fondamentale che contribuisce a rendere più robusto e coeso il tessuto sociale della nostra comunità. Dalla consapevolezza di quanto sia importante questo patrimonio scaturisce la volontà di sostenerle fornendo loro, per quanto possibile, gli strumenti utili al loro operato. E in questo senso, sicuramente, avere spazi per la propria attività è fondamentale. Così, sulla scorta dell'esperienza positiva avviata già da molti anni nell'ex Comandini, abbiamo pensato di mettere a disposizione delle associazioni l'ex scuola di Macerone, in tutto circa 450 metri quadrati. L'intento è quello di far vivere questo spazio attraverso i progetti e la capacità di coinvolgimento delle associazioni, in modo che diventi un punto di riferimento anche per i cittadini non solo della frazione di Macerone, ma dell'intera città. Per questo, fra i criteri di assegnazione, abbiamo indicato la volontà di privilegiare le attività che prevedano la fruizione diretta dei locali da parte della cittadinanza, con l'intenzione di farli diventare luogo di incontro e relazione fra le persone".
 
Di seguito le linee guida individuate dall'Amministrazione per procedere all'assegnazione degli spazi, che sarà effettuata ricorrendo a un'istruttoria pubblica per la progettazione comune.
Nella selezione delle associazioni si terrà conto, in prima battuta, della loro presenza attiva nel Quartiere a Mare e in particolare nella frazione di Macerone. Inoltre si terrà conto del loro ambito di intervento, privilegiando:
le associazioni che collaborano sistematicamente con il sistema pubblico dei servizi sociali, socio-sanitari e sanitari;le associazioni impegnate - anche con progetti innovativi - nei servizi alle persone disabili e nella promozione della salute attraverso l'attività fisica;le associazioni che operano nel sostegno alle famiglie e ai bambini in condizioni di difficoltà economiche, attraverso la valorizzazione del recupero di abiti e altri oggetti.Non saranno prese in considerazione associazioni che hanno già a disposizione immobili di propriètà dell'Amministrazione, a meno che in sede di istruttoria non riconsegnino al Comune i locali precedentemente utilizzati.
Nell'assegnazione si terrà conto anche della capacità delle associazioni di valorizzare gli spazi assegnati e di coinvolgere nella loro attività i cittadini.
Naturalmente, l'affidamento dei locali è vincolato alla realizzazione delle attività previste nel progetto. Da un punto di vista procedurale, fra le associazioni coinvolte ne sarà individuata una come concessionaria dell'immobile, che farà da referente per tutti gli aspetti relativi alla gestione. Manutenzione ordinaria e costi di gestione saranno a carico delle associazioni.
 
Intanto, però, l'Amministrazione ha già stanziato una somma di 50.000 euro per effettuare i necessari lavori di sistemazione, in modo da adeguare l'ex scuola alle necessità dei nuovi utenti. L'interveto sarà eseguito  dopo l'assegnazione, in modo da poter tenere conto anche delle eventuali esigenze particolari delle associazioni che si insedieranno nei locali.

 
 
 

Ufficio stampa
Federica Bianchi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
07 Ottobre 2016

Data di Pubblicazione:
07 Settembre 2012

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it