1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Cesena - Testata per la stampa

Ricordando Pier Paolo Pasolini


A quarant'anni dalla tragica e violenta morte, avvenuta il 2 novembre 1975, Centro Cinema Città di Cesena, Biblioteca Malatestiana, Teatro Bonci e Cineclub Image intendono ricordare Pier Paolo Pasolini, scrittore, intellettuale e regista tra i più significativi del '900, non solo italiano.

I LIBRI E I DVD
All'ingresso della Biblioteca, nella stanza sulla destra una esposizione di tutti i libri scritti da Pasolini e di molti testi dedicati alla sua opera e alla sua figura. Inoltre, una bacheca con i dvd dei suoi film e di alcuni dei film da lui sceneggiati, disponibili per il prestito. 

Le regie: Accattone (1961), La ricotta (episodio di RoGoPaG, 1963), La rabbia (ep. 1963), Il vangelo secondo Matteo (1964), Edipo Re (1967), Cosa sono le nuvole? (episodio di Capriccio all'italiana, 1968), Il Decameron (1971), Le mura di Sana'a (doc., 1971), I racconti di Canterbury (1972), Il fiore delle mille e una notte (1974). 
Le sceneggiature: Le notti di Cabiria di Federico Fellini (1957), Il bell'Antonio di Mauro Bolognini (1960), La lunga notte del '43 di Florestano Vancini (1960), La commare secca di Bernardo Bertolucci (1962).

Scarica l'elenco completo in PDF! 

 

I FILM
Cinema S.Biagio, Via Aldini 24
Per la serata del 2/11  ingresso 5 euro, per le proiezioni pomeridiane ingresso 3 euro

Lunedì 2 novembre, ore 20.45 
CERCO QUALCUNO CHE GUARDI ASSIEME A ME (It. 2015, col 5')
Cortometraggio dedicato a Pasolini. Presentazione del regista Corrado Bertoni

a seguire
SALO' O LE 120 GIORNATE DI SODOMA (It-Fr 1975, col 116') VM18

Martedì 3 novembre, ore 17
MAMMA ROMA (It. 1962, bn 105')

Martedì 10 novembre, ore 17
UCCELLACCI E UCCELLINI (It. 1996, bn 88')

Martedì 17 novembre, ore 17
MEDEA (It-Fr-Rft 1969, col 118')
Il giovane Giasone, alla testa degli Argonauti, muove alla volta della remota Colchide per impadronirsi del Vello d'oro. Medea, figlia del re della Colchide, lo aiuta nell'impresa e, innamorata, fugge con lui. Tornato in patria, Giasone sposa Medea e ha due figli, ma per ambizione lascia la famiglia deciso a prendere in moglie Glauce, giovane figlia del re di Corinto. In preda alla gelosia, Medea con le sue arti magiche provoca la morte di Glauce e del re suo padre,e, per punire Giasone, uccide i propri figli.  
Medea è il film più disperato di Pasolini, quello che sancisce la perdita delle ultime illusioni sul futuro della società moderna, ma nello stesso tempo rappresenta anche l'esperimento (pur all'interno di una grande produzione commerciale) di una sorta di cinema etnologico. Medea, accusato di estetismo formalista, è in realtà un film assai moderno. Un cinema colorato e sulfureo, immerso nel silenzio immoto di una Colchide reinventata e terzomondista (le riprese sono state effettuate nei deserti della Siria e della Turchia), fotografato con degli incantamenti struggenti o con la frenesia della macchina a mano, con immagini di pura tensione emotiva, in cui tutto è essenziale, la parola è sostituita dal gesto, la comunicazione dal rito. Piero Spila

 

LE IMMAGINI
Atrio del Cinema San Biagio 2 novembre 2015 - 31 gennaio 2016
(apertura nelle giornate e nelle serate di proiezione)
Teatro Bonci, foyer: 2 - 30 novembre 2015
(apertura dalle 16,30 alle 19,00 dal martedì al sabato, e nelle serate di spettacolo)
Teatro Bonci, corridoi palchi: 2 novembre 2015 - 30 aprile 2016
(apertura nelle serate di spettacolo)


Mostra fotografica: Pier Paolo Pasolini, i film e i set
Una mostra composta da immagini, tutte provenienti dai fondi fotografici del Centro Cinema, che ripercorre l'intera carriera cinematografica del regista friulano. A parte qualche assenza, quasi tutti i film sono documentati, dall'esordio di "Accattone" all'ultimo film "Salò o le 120 giornate di Sodoma". Una galleria firmata da molti dei maggiori fotografi di scena del cinema italiano da Paul Ronald a Mario Tursi, da Angelo Novi a Divo Cavicchioli. Diverse foto sono inedite e stampate appositamente per questa occasione.

 

L'INCONTRO
Biblioteca Malatestiana 
Venerdì 13 novembre, ore 16,00 Sala Lignea
Gianguido Palumbo
Presentazione del progetto PASOLINIGORDIMER 2015 (libro+video) e proiezione del corto 
Cerco qualcuno che guardi insieme a me (12') per la regia di Corrado Bertoni.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Data Ultima Modifica:
07 Ottobre 2016

Data di Pubblicazione: 16/10/2015