1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Cesena - Testata per la stampa

documenti rari e antichi

Sezione conservazione e ricerche
 
La Sezione Conservazione e ricerche offre una una sala riservata, destinata allo studio di manoscritti, libri a stampa antichi e libri rari moderni. Il patrimonio fruibile si identifica con il nucleo costitutivo e originario della biblioteca e con le accessioni che nei secoli successivi al Quattrocento hanno contribuito a farne il deposito della memoria e della cultura della città. Il servizio di consultazione in sala offre ai ricercatori un corpus di oltre 6000 volumi moderni di carattere bio-bibliografico, biblioteconomico e filologico.


Cataloghi
Per i manoscritti e libri a stampa anteriori al 1831 e le incisioni si utilizzano il catalogo storico e i cataloghi topografici; i libri moderni sono reperibili nel catalogo "on line". Sono disponibili anche base dati, cataloghi, e repertori in microfiche e cd-rom. In sala è allestita anche una postazione multimediale attraverso la quale è possibile consultare in locale banche dati dedicate ai fondi della biblioteca o su cd-rom, i fondi fotografici e cataloghi in Rete. La navigazione Internet è accessibile gratuitamente sia dalla postazione fissa, sia tramite la copertura WI-FI che permette il collegamento alla rete dal proprio portatile o altra apparecchiatura mobile con un segnale esteso all'intera Biblioteca.


Catalogo Aperto
A partire dall'anno 2002 è in corso il progetto "Catalogo aperto dei manoscritti Malatestiani" che mette a disposizione testi sulla Malatestiana e sui suoi fondi manoscritti, descrizioni, bibliografia e riproduzione digitale integrale del patrimonio codicologico.


Accesso e Modalità di ammissione
 
Sono ammessi tutti gli Utenti della Biblioteca che intendano condurre ricerche su volumi manoscritti, fondi speciali e libri rari a stampa, in riproduzione o in originale. Gli Utenti devono presentarsi con documento di identità in corso di validità (rilasciato da pubblica amministrazione per i cittadini dell'U.E.; passaporto per i cittadini non U.E.), corredato da foto e dal quale risulti anche la residenza. Gli Utenti devono essere muniti di matita cancellabile e della carta per appunti. I guanti di cotone bianchi, per la consultazione di manoscritti miniati, fotografie o altri materiali speciali vengono forniti direttamente in sede. É ammessa l'introduzione del computer portatile privo di custodia. Si invita l'utenza ad un consono comportamento per evitare danni ai documenti della Biblioteca. Limiti alla consultabilità dei documenti possono essere determinati dalla loro temporanea indisponibilità (perché sottoposti ad interventi conservativi o di restauro, in esposizioni pubbliche, in corso di riproduzione o simili) oppure perché non ancora riordinati e pertanto privi di inventario (per i fondi speciali) o perché in precario stato di conservazione. Al fine di tutelare il patrimonio documentario, la Biblioteca si riserva di far consultare, al posto dell'originale del documento richiesto, riproduzioni, qualora ne disponga, su qualsiasi supporto. Per la consultazione dei codici malatestiani e dei volumi della Biblioteca Piana è inoltre gradita la lettera di presentazione dell'Università o altro Istituto di ricerca. Gli Utenti sono tenuti a rispettare la normativa vigente in materia di diritto d'autore e quanto previsto dal Codice di deontologia e di buona condotta per il trattamento di dati personali per scopi storici.


Informazioni
 
I Bibliotecari responsabili della Sezione manoscritti e rari forniscono informazioni scritte (lettera, fax, e-mail), assistenza bibliografica e ricerca in sede. Le informazioni telefoniche possono essere soltanto di carattere generale (orari, modalità di ammissione, norme per la consultazione, servizi) o relative alla prenotazione del materiale manoscritto e a stampa. Il prelievo del materiale conservato presso il magazzino esterno si effettua solo il martedì mattina e necessita di prenotazione da far pervenire entro il giorno precedente. Le informazioni fornite dalla Biblioteca hanno lo scopo di aiutare lo studioso nell'individuazione, all'interno delle collezioni affidate alla Sezione, delle fonti e della bibliografia utili alla sua ricerca. I Responsabili di Sala non sono tenuti ad effettuare trascrizioni di documenti né a sostituirsi agli Utenti nell'attività di studio e ricerca.

Info: antica@comune.cesena.fc.it

Riproduzioni


La Sezione conserva riproduzioni in microfilm, stampe da microfilm, diapositive e foto digitali del patrimonio manoscritto e raro a stampa. A seguito di specifica richiesta formulata per lettera, fax o e-mail o presentando in sede l'apposito modulo, sono fornite - tramite il laboratorio fotografico interno - riproduzioni da originale in formato digitale o da microfilm, a scopo di studio e di pubblicazione. Le riproduzioni integrali in formato digitale sono autorizzate previa valutazione da parte del Responsabile della Sezione mamoscritti e rari. Per la pubblicazione su libri o riviste, la Casa editrice dovrà presentare alla Direzione la richiesta di autorizzazione, utilizzando il modulo predisposto a tale scopo. L'Utente può essere autorizzato a riprodurre i documenti con propria macchina fotografica analogica o digitale, esclusivamente a scopo di studio personale, previa autorizzazione da concedersi a seguito della compilazione del modulo di autorizzazione a riprodurre con mezzi propri; l'Utente è tenuto a consegnare alla biblioteca copia delle riproduzioni integrali. In tutti i casi, le riproduzioni non possono essere cedute a terzi.

Modulistica scaricabile

 - per richiedere per la consultazione di  manoscritti e/o libri antichi
- per eseguire la riproduzione integrale/parziale di un documento
- per richiedere al la riproduzione di un documento
- tariffario

Prestito per Esposizioni
 
La Biblioteca Malatestiana concede eccezionalmente prestiti del materiale delle sue collezioni unicamente per iniziative a scopo scientifico o per manifestazioni a carattere cuturale, organizzate da soggetti pubblici o privati. La manipolazione dei materiali librari. Nell'ambito del progetto Proteggi i libri l'Istituto Centrale per la Patologia del Libro ha messo a punto e diffuso una serie di linee guida destinate ai lettori e al personale delle Biblioteche, per aumentare l'attenzione e la consapevolezza di tutti riguardo la manipolazione corretta del materiale librario e la sensibilità nei confronti del problema (molto critico anche per gli onerosi risvolti economici) della manutenzione e del restauro di esso. La guida parla un linguaggio molto semplice, diretto, è corredata da immagini ed è possibile scaricarne da qui le schede in formato pdf


 
 
 
 
 
 
 
 


Data Ultima Modifica:
14 Novembre 2019

Data di Pubblicazione: 19/11/2014