1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Giuria

 

Gianfranco Miro Gori

Gianfranco Miro Gori è nato a San Mauro Pascoli (11 agosto 1951). Dopo gli studi classici, si è laureato in filosofia e ha conseguito il dottorato di ricerca in discipline dello spettacolo: storia e filologia del cinema. Ha ideato e diretto la Cineteca del comune di Rimini e organizzato festival e manifestazioni culturali in patria e all'estero.
Ha pubblicato molti saggi di argomento cinematografico dedicandosi soprattutto, tra i primi in Italia, allo studio dei rapporti tra cinema e storia.
È autore di testi poetici in dialetto e di un romanzo.
E' stato sindaco di San Mauro Pascoli.
Attualmente è presidente di Sammauroindustria, associazione culturale da lui progettata.

 

 
 

Anna Olivucci

Anna Olivucci è laureata in Filosofia, responsabile di Marche Film ommission dal 2008 e dal 2012 al 2014 vicepresidente di Italian Film ommission e membro del Comitato Scientifico dell'International Film Festival di Ischia, unico festival dedicato al Location Placement ed al Cineturismo.
Docente incaricato del corso di Alta Formazione "Cineturismo - Gestione e produzione strumenti di marketing per la valorizzazione del territorio", è autrice di numerose pubblicazioni legate al tema del cineturismo, al quale ha dedicato quasi vent'anni di ricerca, dieci dei quali in qualità di Responsabile della Progettazione di Mediateca delle Marche.

 
 

Cesare Ronconi

Cesare Ronconi fonda nel 1983 a Cesena, insieme a Mariangela Gualtieri, poeta e drammaturga, la Compagnia Teatro Valdoca. Cresciuta con l'attenzione rivolta agli artisti più innovativi di quegli anni, la Valdoca con i due spettacoli Lo spazio della quiete (1983) e Le radici dell'amore (1984) è presente fin da principio sulla scena europea con una cifra stilistica e poetica molto netta, in una scrittura scenica che fonde danza, arti visive e musica dal vivo.
Molti gli spettacoli da lui diretti, fra cui Antenata (1992), Ossicine (1994), Fuoco Centrale (1995), Nei leoni e nei lupi (1997), Parsifal (1999), la trilogia Paesaggio con fratello rotto (2004/2005) e il grande affresco Caino (2011). Del 2014 è Voci di tenebra azzurra, preziosa pièce d'arte e poesia. 

 
 

Alessandro Rossetto

Alessandro Rossetto è nato a Padova nel 1963 e ha studiato cinema e antropologia a Bologna e Parigi. Autore cinematografico, regista e direttore della fotografia-operatore alla macchina, Rossetto è stato considerato uno dei maggiori documentaristi europei della sua generazione, grazie a opere quali Il Fuoco di Napoli, Bibione Bye Bye One e Chiusura ed è produttore e docente di cinema.
Nel 2013 ha presentato alla Mostra del Cinema di Venezia Piccola Patria, suo primo film di finzione, che si è segnalato come uno dei più innovativi e apprezzati della scorsa stagione cinematografica, presentato in numerosi festival internazionali e nazionali e premiato all'estero e in Italia (compreso il Premio Monty Banks a Piazze di Cinema 2014).

 
 

Sonia Todeschini

Sonia Todeschini, figlia di Pierre Todeschini, fondatore di Annecy Cinéma Italien, ha seguito le orme del padre, occupandosi ben presto di organizzazione cinematografica. Per il festival è stata assistente al delegato generale dal 1994 al 2007, anno in cui è divenuta segretaria generale.
Dal 2004 è stata anche responsabile del settore cinema del Bonlieu Scène National di Annecy, incarico che ha occupato fino al 2011, quando si è trasferita a Chambery dove ha dato vita a De la fenetre d'en face, rassegna sul cinema italiano, giunta alla quarta edizione.
Dal 1994 è stata anche segretaria di direzione di Acadra, casa di distribuzione che ha fatto conoscere in Francia molto cinema italiano.