1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Rete natura 2000

Il percorso che ha portato a Rete Natura 2000 è iniziato nel 1972 con la Direttiva 79/409/CEE nota come "Direttiva Uccelli" il cui scopo era tutelare gli uccelli selvatici migratori durante il loro percorso.

Nel 1992 fu emanata una seconda direttiva, la 92/43/CEE, nota come "Direttiva Habitat" la cui finalità era di salvaguardare la biodiversità mediante la conservazione degli habitat naturali, nonché della flora e della fauna selvatiche nel territorio europeo degli Stati membri.

Queste due direttive sono all'origine della rete europea di tutela e conservazione del patrimonio naturale e della biodiversità comunitaria.
Rete Natura 2000 si pone quindi l'obiettivo di  costituire una rete ecologica a livello europeo capace di garantire uno stato di conservazione sufficiente delle specie e degli habitat naturali e seminaturali più minacciati e tipici.

In funzione di Rete Natura 2000 gli Stati membri della Comunità Europea hanno individuato i Siti di Importanza Comunitaria (SIC) e le Zone di Protezione Speciale (ZPS) sul proprio territorio. 
 
1. Limitazione azioni antropiche a carattere intensivo: agricoltura, selvicoltura, zootecnia, pesca, urbanizzazione, ecc.          
REGOLAMENTAZIONE: viene valutata l'incidenza dei progetti
 
2. Promozione azioni antropiche a carattere estensivo /compatibile: agricoltura biologica, selvicoltura naturalistica, zootecnica tradizionale, ecc.         
utilizzo di INCENTIVI per i progetti a bassa fiscalità
 
I Siti di Importanza Comunitaria (SIC):
 Sono i territori che contribuiscono in modo significativo a mantenere o a ripristinare un tipo di habitat o una specie di interesse comunitario in uno stato di conservazione soddisfacente.

Nel 2006 è stato istituito nel Comune di Cesena un Sito di Importanza Comunitaria (SIC), denominato "Rio Mattero e Rio Cuneo", coincidente con il bacino idrografico (ossia quanto compreso nel territorio comunale di Cesena) del Rio Mattero più l'area di Monteaguzzo (compresa nel bacino idrografico del Rio Cuneo), rientrando in tal modo nella vasta RETE NATURA 2000, istituita nel 1979 dalla Comunità Europea.
Il SIC costituisce un naturale proseguimento del Parco Naturale del Fiume Savio e va a comporre una rete ecologica di notevole valore ambientale.
 
Le Zone di Protezione Speciale (ZPS):
Sono i territori più idonei alla tutela ed alla salvaguardia delle specie migratrici. Non sono presenti nel territorio comunale di Cesena delle Zone di Protezione Speciale.
  
Nella Provincia di Forlì-Cesena ad oggi sono stati tutelati, come Rete Natura 2000, 29.624 ettari, pari al 12%  dell'intero territorio provinciale.

 

Per approfondimenti

 
 
 

Data Ultima Modifica:
07 Ottobre 2016

Data di Pubblicazione:
17 Dicembre 2009

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it