1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale del portale della CittÓ di Cesena
Comune di Cesena - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Fondo V. Bonicelli

Vittorio Bonicelli
Vittorio Bonicelli

Nato nel 1919 a S. Valentino in Abruzzo da genitori cesenati, Vittorio Bonicelli - dopo l'infanzia e la giovinezza vissute a Cesena - si trasferisce nell'immediato dopoguerra a Milano dove inizia la carriera giornalistica all'┬źAvanti!┬╗.
 
Passato poi al settimanale ┬źTempo┬╗, diventa caporedattore e, dal 1950, titolare della rubrica di critica cinematografica, rivelandosi ben presto uno dei critici pi├╣ raffinati e liberi del decennio. Nel 1960 si sposta a Roma per lavorare con De Laurentiis, occupandosi della messa a punto di vari progetti cinematografici. Inizia cos├Č la sua attivit├á di sceneggiatore che lo porta a ideare e scrivere importanti copioni, sia per il cinema che per la televisione. Sono da lui firmati, tra gli altri, i televisivi Odissea ed Eneide di Franco Rossi, Gli atti degli apostoli di Roberto Rossellini, Mos├Ę di Gianfranco de Bosio, Il sapore della vittoria di Vittorio De Sisti, Benvenuto Cellini, una vita scellerata di Giacomo Battiato, Un bambino di nome Ges├╣ di Franco Rossi e l'ancora inedito Pertini, sempre per Rossi.
 
Per il cinema ha scritto, tra gli altri, La Bibbia di John Huston, Waterloo di Sergej Bondarciuk, Giovinezza giovinezza di Franco Rossi, Il giardino dei Finzi Contini di Vittorio De Sica (con una nomination all'Oscar per la miglior sceneggiatura) e L'inchiesta di Damiano Damiani. Morto a Roma il 26 luglio 1994, Bonicelli ├Ę sepolto nel cimitero di Cesena.
 

 

fondo cartaceo

L'archivio di Vittorio Bonicelli, donato dalla moglie Silvana Sirotti, rende testimonianza solo in parte della sua lunga e prestigiosa carriera di scrittore per il cinema e per la televisione. Diverse delle sceneggiature, soprattutto degli inizi, non sono state da lui conservate. Nonostante questo, il fondo presenta un'ottantina di documenti, tra soggetti, trattamenti e sceneggiature. Tra i copioni, a volte solo abbozzati, altre volte anche in diverse versioni, figurano i film per la televisione Mos├Ę, Il colore della vittoria, Un bambino di nome Ges├╣, Benvenuto Cellini, Dov'eri quella notte?, Carlo Magno (in varie stesure, molto diverse da quello poi realizzato) e Se ci sar├á un giorno (La giovinezza di Sandro Pertini). Tra gli inediti rientrano le sceneggiature de L'Iliade, Caruso, Principe in maschera nera (un film su Cesare Borgia), Marzabotto, Carnera e la prima puntata della riduzione di Lessico famigliare dal libro di Natalia Ginzburg. Del lavoro bonicelliano per il cinema restano le testimonianze de L'inchiesta, de II giardino dei Finzi Contini (sceneggiatura del solo primo tempo) e di Come una rosa al naso. Di notevole interesse un resoconto sulle varie fasi realizzative de La Bibbia e la sceneggiatura inedita de Il Graal firmata da Robert Bresson.

In primo piano

  1. 01.04.19 | 30.04.19

    Cesena Cinema

    E' online il programma di aprile!
    Rassegne, eventi, incontri e prime visioni in lingua originali 

     
Concorsi
  1. Valida il codice XHTML della pagina corrente - collegamento al sito, in lingua inglese, del W3C
  2. Valida il codice CSS - collegamento al sito esterno, in lingua inglese, del W3C
  3. Vai alla dichiarazione di accessibilitÓ
  4. Realizzato con FlexCMP ©
  1. Dove siamo
  2. Contatti
  3. Privacy

CENTRO CINEMA CITTA' DI CESENA - via Aldini 24 - 47521 Cesena FC