1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Bilancio di attività del Consiglio Comunale di Cesena

 
Al termine del suo quarto anno di attività (si è insediato ufficialmente il 29 giugno 2009) il Consiglio Comunale di Cesena fa il punto sul lavoro negli ultimi dodici mesi.
Fitta d'impegni l'agenda dei gruppi consiliari, che fra luglio 2012 a giugno 2013 sono stati chiamati a partecipare a 131 riunioni fra assemblee consiliari, commissioni, conferenze dei capigruppo, ecc. con una media di almeno due appuntamenti alla settimana.
Entrando nel dettaglio, fra luglio 2012 e giugno 2013  l'assise consiliare si è riunita 20 volte (l'anno precedente le riunioni erano state 17, con una seduta saltata per colpa del nevone), mentre gli incontri  preparatori della conferenza dei capigruppo sono stati 21.Le sedute del Consiglio hanno visto l'approvazione di 120 delibere (contro le 84 dell'anno scorso, le 110 di due anni fa, le 99 del primo anno di mandato ) e sono stati discussi 17 ordini del giorno (eguale il numero dell'anno precedente, mentre erano stati 35 e il primo anno 46) e 6 mozioni (strumento introdotto nell'aprile 2011 con l'approvazione del nuovo regolamento).

A completare il programma di lavoro del Consiglio, naturalmente, anche le interpellanze: 16 quelle presentate nel corso dell'ultimo anno (contro le 33 dell'anno precedente e le 57 di 2 anni fa).  Sono state, invece, 37 le interrogazioni a risposta scritta (erano 17 l'anno prima). Inoltre, nel corso dell'anno i consiglieri hanno presentato 61 richieste di accesso agli atti. Quattro  gli  avvicendamenti registrati nel periodo considerato: due nel settembre  2012, quando  Maria Cristina Montanari ha sostituito Valeria Bandini nelle fila del gruppo Pd, e Paolo  Montesi ha preso il posto di Luca Ferrini nel gruppo Pri. A maggio 2013, infine, Giorgia Battelli è subentrata a Enzo Lattuca nelle fila del Pd, e Marco Casali ha raccolto il testimone di Italo Macori nel gruppo Pdl. Molto alta la partecipazione: la maggior parte dei consiglieri  ha fatto al massimo un paio di assenze.

Nove su 31 quelli che hanno partecipato a tutte le 20 sedute dell'anno: Elisabetta Montesi (Pd), Andrea Pullini (Pd) Antonella Celletti (Lega Nord), Bruno Giorgini (Sinistra per Cesena), Cinzia Pagni (IdV), Luigi Di Placido (Pri), Giorgio Fiori (Udc) , la Presidente del Consiglio Rita Ricci e il Sindaco Paolo Lucchi. Da sottolineare che per molti di loro si tratta di un en plein ripetuto: è il caso di Andrea Pullini, Antonella Celletti, Bruno Giorgini, Ciniza Pagni, oltre che della Presidente Ricci e del Sindaco Lucchi, che anche lo scorso anno non erano mai mancati a una seduta. "Al di là della fondamentale attività amministrativa e del dibattito politico che si è sviluppato all'interno del Consiglio su un amplissimo ventaglio di temi, trovando larga eco sulla stampa, - commenta la Presidente del Consiglio Rita Ricci -  ritengo che siano due le novità più rimarchevoli in questo ultimo anno. In primo luogo la modifica dello Statuto, approvata nella seduta consigliare del 27 giugno, che ha recepito le modifiche indicate dalla Legge nazionale 215 per garantire la parità di genere nell'attività istituzionale dell'ente, a partire dalle liste dei candidati per le elezioni amministrative.

Ma in realtà, le modifiche apportate nello Statuto non fanno altro che codificare un orientamento già praticato da questa Amministrazione fin dal suo insediamento. Inoltre, va ricordata la decisione presa dal Consiglio Comunale all'unanimità di destinare un terzo delle risorse assegnate per l'attività dei gruppi nell'anno 2012 (che ammontavano a 15mila euro, mentre quest'anno sono scese a 12.500 euro) alla realizzazione di un  progetto finalizzato ad aumentare la consapevolezza sui rischi del gioco d'azzardo, tema che aveva già visto nei mesi scorsi la convergenza quasi unanime delle forze politiche rappresentate, con l'approvazione di un atto di indirizzo".  
"L'auspicio, formulato già in passato - sottolinea il Presidente Ricci insieme al Sindaco Paolo Lucchi - è quello di coinvolger maggiormente i cittadini cesenati nell'attività del Consiglio, a cominciare dalla partecipazione alle sedute del Consiglio che, lo rimarchiamo, sono pubbliche. Il nostro sforzo per fornire sempre maggiori strumenti di conoscenza e comprensione ha le sue radici proprio in questa volontà di ampliare sempre più la partecipazione, che è il sale della democrazia"
 

 
 
 

Ufficio stampa
Federica Bianchi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
07 Ottobre 2016

Data di Pubblicazione:
04 Luglio 2013

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it