1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Uova crude al bando nei locali pubblici fino al 30 settembre

Ordinanza per prevenire la salmonella

Dal 10 luglio fino al 30 settembre 2012 non sarà più possibile consumare cibi a base di uova crude nei ristoranti e nei locali pubblici del Comune di Cesena. Lo stabilisce un'ordinanza emanata nei giorni scorsi che vieta la somministrazione di prodotti alimentari contenenti uova crude e non sottoposti, prima del consumo, a trattamento di cottura, nei locali di ristorazione pubblica e collettiva (ristoranti, mense, self service, ecc.), negli alberghi e in tutti gli esercizi di ospitalità.
Il provvedimento ha l'obiettivo di evitare casi di tossinfezione alimentare da salmonelle, tenuto conto che nella stagione estiva il rischio è maggiore per tutta la popolazione e che gli alimenti con uova crude sono frequentemente coinvolti in episodi di questo tipo.
Il provvedimento non è nuovo per il Comune di Cesena, che già da diverso tempo adotta questa misura con l'arrivo dell'estate. I risultati sono positivi, visto che nel corso degli ultimi anni si è assistito ad una consistente riduzione degli episodi tossinfettivi riconducibili a salmonella causati da alimenti consumati presso esercizi di ristorazione pubblica e collettiva.
Chi non si atterrà alle disposizioni contenute nell'ordinanza rischia un'ammenda o perfino l'arresto, così come prevede l'articolo 650 del Codice Penale.
 

 
 
 

Ufficio stampa
Federica Bianchi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Data Ultima Modifica:
07 Ottobre 2016

Data di Pubblicazione:
08 Luglio 2013

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it