SOSTIENICI
/
Sabato 27 novembre 2021, ore 17:00 Presentazione dei libri di Luca Onofri e Nicoletta Timoncini

Sabato 27 novembre 2021, ore 17:00
presso la SALA SOZZI DEL PALAZZO DEL RIDOTTO
PIAZZA ALMERICI, Cesena

Presentazione dei libri di Luca Onofri e Nicoletta Timoncini
LA SPADA, LA CROCE E IL GIGLIO. L'APPENNINO ROMAGNOLO NEL MEDIOEVO E IN ETÀ MODERNA
SUSSURRI DI SITI SILENTI. VIAGGIO IN ROMAGNA E DINTORNI

Introduce e dialoga con l’autore
Elide Giordani

LA SPADA, LA CROCE E IL GIGLIO. L'APPENNINO ROMAGNOLO NEL MEDIOEVO E IN ETÀ MODERNA
Terra di confine, di spiritualità e di conquista, l'Appennino romagnolo ha vissuto nel Medioevo e nell'Età Moderna secoli cruciali, che ne hanno segnato la cultura ed il paesaggio. Le foreste selvagge e le impervie vallate furono la meta prediletta di asceti ed eremiti, che iniziarono a popolare queste montagne, innescando un processo di antropizzazione, il cui esito fu la nascita di grandi abbazie, sovraintese da potenti abati. I passi e le strade, percorsi da mercanti, pellegrini ed eserciti, divennero l'oggetto delle mire e delle attenzioni dei signori feudali, che resero l'area appenninica una scacchiera punteggiata di torri e castelli. Le stesse vie di comunicazione, che costituivano una testa di ponte verso le fertili e strategiche pianure romagnole, attrassero l'attenzione di Firenze, città potente, bramosa di commercio ed affamata di cereali, la quale ben presto valicò lo spartiacque imponendo il suo dominio sulle montagne romagnole. Tali sono state le dinamiche che hanno segnato questa terra e che hanno scandito la vita dei popoli delle sue vallate, dove ancora si possono scorgere i ruderi di antiche case coloniche, segni tangibili di una quotidianità rimasta immutata nel tempo, sino a pochi decenni fa. Monaci, signori feudali e conquistatori toscani sono i principali protagonisti di questo libro, che vuole essere non solo una raccolta di informazioni storiche sul l'Appennino romagnolo nel suo complesso, ma anche una guida per conoscere e scoprire una terra di confine, per nulla marginale nella storia della Romagna.

SUSSURRI DI SITI SILENTI. VIAGGIO IN ROMAGNA E DINTORNI
"Sussurri di siti silenti" propone un viaggio alla scoperta di quindici luoghi abbandonati della Romagna, a volte superandone brevemente i confini, allo scopo di dare voce a posti dimenticati o mai conosciuti dai più. È un viaggio nei siti, ma anche nella memoria, attraverso il racconto e il vissuto di chi li ha abitati. Ogni viaggio viene raccontato attraverso le visite dell'autrice, documentato dalle immagini di ieri e di oggi, arricchito dai dati storici e dalle narrazioni dei protagonisti che hanno vissuto e amato i luoghi descritti. Sono storie di vita quotidiana, che permettono di tornare alle radici delle tradizioni e del folklore romagnolo. Ogni sito ha un'anima, regalatagli da chi l'ha edificato, vissuto o semplicemente visitato. Questo viaggio nasce dal desiderio di dare voce a quei siti silenti che sussurrano al vento voci di uomini e donne, eventi storici, tradizioni del passato e storie di vita quotidiana. I sussurri vengono così catturati il tempo necessario per essere trasposti in parole, per poi essere lasciati fluire nuovamente nel loro eterno viaggio fra le fronde degli alberi e le pareti delle stanze ormai vuote. Finché c'è memoria c'è vita. Il ricordo ridona vita. Così attraverso i brevi viaggi dell'autrice - che di volta in volta le hanno permesso di incontrare persone e conoscere personaggi, tra immagini e notizie storiche - si viene accompagnati lungo un percorso che un poco è anche dell'anima.

DOVE
Sala Sozzi (Palazzo del Ridotto)
QUANDO
Sabato 27 novembre 2021, ore 17:00
INGRESSO
Ingresso gratuito
Per accedere è necessario esibire il green pass e prenotare il posto scrivendo una mail a prenotazioni@comune.cesena.fc.it