SOSTIENICI
/
Dal 4 al 20 novembre Non Chiamatelo Raptus

Dal 4 al 20 novembre presso la Biblioteca Malatestiana è allestita la mostra dedicata alla sensibilizzazione contro la violenza di genere dal titolo “Non Chiamatelo Raptus. Sessismo, violenza e discriminazioni di genere”.

Una raccolta di 30 vignette di Anarkikka, che approfondisce il tema della violenza, del linguaggio e della narrazione tossica, fatta troppo spesso dai media.
Un racconto illustrato, semplice e chiaro, che stimola a riflettere, a ri-conoscere le disparità e le differenze.

“Linguaggio che si fa complice perché veicola e rafforza una narrazione sbagliata della sopraffazione, che abbiamo tutti e tutte interiorizzato.
Narrazione per cui gelosia è attenzione, possesso è amore, delitto è raptus. Un linguaggio assolutorio che minimizza il crimine, assolve l’uomo e getta ombre sulla donna, sulla vittima, che diventa l’istigatrice del gesto folle, la responsabile, quella che “se l’è cercata”.
Una frase frutto di un retaggio della cultura patriarcale che interpreta la donna come un oggetto: qualcosa da guardare, toccare, volere per se. Maschilismo, sessismo, molestie sono riflesso di uno stesso squilibrio che pone gli uomini in posizione di privilegio e le donne in perenne affanno. Uno squilibrio che è manifesto nell’educazione, nelle discriminazioni sul lavoro, nelle differenze di retribuzione, nelle violenze di genere, nei femminicidi” spiega l'autrice Anarkikka.

Inizitiva a cura di Ipazia Liberedonne, in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne che cade il 25 novembre.

Programma eventi:

Venerdì 4 Novembre 2022 - ore 17.00
Inaugurazione della mostra “Non chiamatelo raptus” alla Biblioteca Malatestiana di Cesena.
Interverranno l’autrice Stefania Anarkikka Spanò e l’assessore alla cultura del Comune di Cesena Carlo Verona

Venerdì 4 novembre ore 20.45 - Sala Eliseo Art Lab -Viale Carducci, 11
Presentazione del libro “Smettete di farci la festa. Di discriminazioni in genere”
L’autrice Anarkikka - Stefania Spanò -dialoga con l'avvocata Cristina Magnani, presidente del Coordinamento dei Centri Antiviolenza dell'Emilia Romagna; introduce l'incontro Licia Aguzzoni presidente di Ipazia Liberedonne



NOTE SULL’AUTRICE
Stefania Spanò, in arte Anarkikka, è illustratrice, vignettista e attivista femminista, napoletana di nascita e romana di adozione.Anarkikka fotografa con ironia il disagio e le discriminazioni, racconta di diritti negati e sofferenze. Da anni realizza campagne sociali per enti vari, pubblica le sue vignette su l'Espresso e i suoi social. Nel 2021 pubblica "Smettetela di farci la festa. Di discriminazioni in genere” il suo primo libro per immagini e testi, edito da People.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
DOVE
Biblioteca Malatestiana 
Piazza Maurizio Bufalini Cesena
QUANDO
Dal 4 al 20 novembre, negli orari di apertura della Biblioteca

Inaugurazione: Venerdì 4 Novembre, ore 17.00