1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Scarichi provenienti da attività produttive

Le tipologie di scarico proveniente da attività produttive non soggette alle disposizioni in materia di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), nonché qualora il titolare dello scarico rientri nelle categorie di imprese di cui all'articolo 2 del decreto del Ministro delle attività produttive 18 aprile 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.238 del 12 ottobre 2005, devono essere autorizzate, ai sensi del D.P.R. 59 del 13/03/2013, mediante Autorizzazione Unica Ambientale (AUA).

L’istanza deve essere presentata tramite portale SuapER

Gli endoprocedimenti in carico al Comune di Cesena sono relativi a:

• scarichi di acque reflue industriali, di prima pioggia, di dilavamento in pubblica fognatura e loro rinnovi;

• scarichi di acque reflue domestiche e/o meteoriche non in pubblica fognatura a servizio di imprese e loro rinnovi.

 
Come si fa?

1. SCARICHI DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI, DI PRIMA PIOGGIA, DI DILAVAMENTO IN PUBBLICA FOGNATURA – BENESTARE ALLO SCARICO
Il tecnico incaricato dal titolare dello scarico dell’impresa deve inoltrare la richiesta al SUAP dell’Unione dei Comuni Valle del Savio tramite il portale SuapER.
Qualora l’allacciamento richieda manomissione di suolo pubblico deve essere trasmessa apposita istanza all’ufficio competente.

Le opere per la realizzazione di nuovi scarichi e degli eventuali allacci dovranno essere ultimati entro 3 anni rinnovabili (MODULO 6) dalla data di rilascio dell’AUA.

L’inizio dei lavori deve essere comunicato, anche telefonicamente (0547/356456) o per mezzo di e-mail (autorizzazioni_scarichi@comune.cesena.fc.it), al Settore Tutela Ambiente e Territorio - Servizio Risorse Idriche e Atmosferiche, Autorizzazioni Ambientali.

Ad avvenuta ultimazione dei lavori, il tecnico incaricato deve trasmettere tramite PEC al Comune di Cesena la dichiarazione di conformità delle opere eseguite e (MODULO 3).

Qualora lo stato di fatto delle reti fognarie interne e delle schede tecniche fossero modificati rispetto a quelle presentate in fase di progetto, tale dichiarazione, con allegata la documentazione aggiornata, dovrà essere trasmessa anche al Servizio Autorizzazioni e Concessioni di Arpae (PEC: aoofc@cert.arpa.emr.it).  

2. SCARICHI DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE NON IN PUBBLICA FOGNATURA A SERVIZIO DI IMPRESE – BENESTARE ALLO SCARICO
Il tecnico incaricato dal titolare dello scarico dell’impresa deve inoltrare la richiesta al SUAP dell’Unione dei Comuni Valle del Savio tramite il portale SuapER.

In caso di nuovi scarichi di acque reflue domestiche non in pubblica fognatura a servizio di imprese, all’istanza deve essere allegato, in formato elettronico:

• 1 copia di estratto di mappa o di P.R.G. in cui compaia un incrocio;
• 1 copia di schema della rete fognaria in scala 1:100;
• 1 copia del progetto del fabbricato;
• 1 copia dello schema e dimensionamento degli impianti di trattamento
• 1 relazione tecnica;
 

Nel caso in cui il corpo ricettore sia uno scolo in gestione al Consorzio di Bonifica della Romagna o ad ARPAE - Demanio-Idrico è necessario allegare la relativa copia dell’Autorizzazione/concessione/parere idraulico.


Qualora l’allacciamento richieda manomissione di suolo pubblico deve essere trasmessa apposita istanza all’ufficio competente.


Le opere per la realizzazione degli scarichi e degli eventuali allacci dovranno essere ultimati entro 3 anni rinnovabili (MODULO 6) dalla data di rilascio dell’AUA.

 

L’inizio dei lavori deve essere comunicato, anche telefonicamente (0547/356456) o per mezzo di e-mail (autorizzazioni_scarichi@comune.cesena.fc.it), al Settore Tutela Ambiente e Territorio - Servizio Risorse Idriche e Atmosferiche, Autorizzazioni Ambientali.

Ad avvenuta ultimazione dei lavori, il tecnico incaricato deve trasmettere tramite PEC al Comune di Cesena la dichiarazione di conformità delle opere eseguite e (MODULO 3).

Qualora lo stato di fatto delle reti fognarie interne e delle schede tecniche fossero modificati rispetto a quelle presentate in fase di progetto, tale dichiarazione, con allegata la documentazione aggiornata, dovrà essere trasmessa anche al Servizio Autorizzazioni e Concessioni di Arpae (PEC: aoofc@cert.arpa.emr.it).  

 
Quanto Costa?

Oneri Istruttori
Le spese di istruttoria, secondo le tariffe in vigore (vedi Tabella n.1: oneri per le istruttorie/autorizzazioni per le pratiche), sono da effettuarsi:

 

  • con versamento su c/c n. 90503244 con causale "Spese istruttorie per autorizzazioni/benestare allo scarico CAP 030980/1”;
  • a mezzo bonifico bancario sul conto IBAN IT26 O076 0113 2000 0009 0503 244 intestato a TUTELA AMBIENTE E TERRITORIO C/O ECONOMATO-SERVIZIO TESORERIA specificando la causale "Spese istruttorie per autorizzazioni/benestare allo scarico CAP 030980/1”
 
Online:
Piattaforma Accesso Unitario
Requisiti: Requisiti: Credenziali SPID o fedERa con Alto Livello di Affidabilità, Firma digitale, PEC
.
 
Per Informazioni:
E-mail: autorizzazioni_scarichi@comune.cesena.fc.it
Telefono:

0547.356443 - 356456


Orari:
  • Lunedì dalle 10.00 alle 13.00;
  • Mercoledì dalle 8.00 alle 13.00
  • Giovedì dalle 14.30 alle 17.00
 
Allegati
 
Normativa
 
Ti Potrebbe Interessare Anche
 
Responsabile
Silvia Battistella
Risorse idriche e atmosferiche, autorizzazioni
e-mail: battistella_s@comune.cesena.fc.it
Telefono: 0547.356443
 
 

Data Ultima Modifica:
20 Ottobre 2020

Data di Pubblicazione:
20 Ottobre 2015

Per contattare gli uffici comunali scrivi a facile@comune.cesena.fc.it

Qualora questo articolo dovesse contenere errori o inesattezze si prega di segnalarlo a redazioneweb@comune.cesena.fc.it