Attuazione progetti PNRR – MISSIONE 5

Sostegno alle capacità genitoriali e prevenzione della vulnerabilità delle famiglie e dei bambini: implementazione del Programma di Intervento e Prevenzione dell’Istituzionalizzazione (P.I.P.P.I.)
Rafforzamento dei servizi sociali domiciliari per garantire la dimissione anticipata assistita e prevenire l’ospedalizzazione
Manutenzione straordinaria di alloggi presso il fabbricato di via Parini per implementazione di percorsi di autonomia per persone con disabilità
Ristrutturazione di alloggio presso il fabbricato di via Vigne a Cesena e un appartamento in via Einaudi a Mercato Saraceno per implementazione di percorsi di autonomia per persone con disabilità
Housing temporaneo: Creare un sistema di accoglienza per le persone e i nuclei in condizioni di elevata marginalità sociale per le quali si attiva un percorso di autonomia. Realizzazione di housing temporaneo presso i tre alloggi di via Vigne, via Maratona, via del Mare
Stazioni di posta (Centri servizi): Creare punti di accesso e fornitura di servizi, diffusi nel territorio, ben riconoscibili a livello territoriale dalle persone in condizioni di bisogno (centro servizi a contrasto della povertà ed Emporio Solidale)
Rigenerazione urbana delle aree prospicienti la stazione ferroviaria di Cesena: realizzazione nuova autostazione (lotto 1) e riqualificazione piazzale Karl Marx (lotto 2)
Abitare Sociale Cesena – Riuso e rigenerazione del complesso monumentale ex Roverella
Cesena Sport City: Realizzazione di nuovo centro servizi nell’ambito del Polo Sportivo di Villachiaviche
Cesena Sport City – Riqualificazione del Polo Sportivo dell’Atletica

Sostegno alle capacità genitoriali e prevenzione della vulnerabilità delle famiglie e dei bambini: implementazione del Programma di Intervento e Prevenzione dell'Istituzionalizzazione (P.I.P.P.I.)

Progetto gestito come Unione dei Comuni Valle del Savio

Programma di Intervento e Prevenzione dell'Istituzionalizzazione (P.I.P.P.I.)

Il programma nazionale P.I.P.P.I. – Programma di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione – in particolare punta a supportare le famiglie che si trovano in un momento di difficoltà, favorire l’attivazione di azioni di supporto domiciliare rivolte ai genitori, con lo scopo di ridurre o evitare il rischio di allontanamento dei bambini e degli adolescenti dal proprio nucleo familiare.

I nuclei familiari che saranno presi in considerazione saranno in totale una trentina nell’arco di tre anni grazie alla collaborazione della Neuropsichiatria infantile, del Consultorio famigliare dell’Ausl e dell’Agenzia per la famiglia dell’Unione dei comuni Valle del Savio.

Per sostenere le famiglie sarà attivato un servizio educativo domiciliare, con professionisti che saranno presenti con regolarità all’interno del contesto familiare e saranno svolti incontri per promuovere la “vicinanza solidale” tra le famiglie e consolidare le alleanze con le scuole e le associazioni del territorio.

Costo totale dell’intervento: € 211.500,00

Finanziamento PNRR: € 211.500,00

Fonte PNRR del finanziamento: Missione M5C2, Investimento Inv. 1.1.1: Sostegno alle capacità genitoriali e prevenzione della vulnerabilità delle famiglie e dei bambini.

Tempi previsti: Realizzazione del progetto entro il 31/12/2025

Stato di attuazione del progetto: In fase di esecuzione

Ditta esecutrice: Affidamento a Open Group Cooperativa Sociale per le attività di educativa domiciliare


 

Rafforzamento dei servizi sociali domiciliari per garantire la dimissione anticipata assistita e prevenire l’ospedalizzazione

L’Unione Valle del Savio partecipa come partner con Capofila l’Unione Rubicone e Mare

Rafforzamento dei servizi sociali domiciliari

La “dimissione protetta” è una dimissione da un contesto sanitario che prevede continuità di assistenza e cure attraverso un programma concordato tra il medico curante, i servizi sociali territoriali dell’ASL di appartenenza e dell’Ente locale. Il progetto punta a favorire il rientro al domicilio in sicurezza nei percorsi di dimissione dall’Ospedale anche tramite assistenza domiciliare di base per utenti con rete familiare assente o debole.

L’obiettivo è quello di rafforzare i servizi sociali domiciliari per garantire la dimissione anticipata assistita e prevenire l’ospedalizzazione di persone anziane non autosufficienti e/o in condizioni di fragilità, o infra 65enni o senza dimora.
Il progetto si svolge in stretta collaborazione con l’AUSL, che intercetta il bisogno e, predisponendo un piano personalizzato, attiva l’ente che fornirà assistenza e pasti al domicilio della persona dimessa.

I servizi sopra indicati perseguono l’obiettivo di promuovere l’assistenza delle persone fragili, intercettandone precocemente i bisogni, al fine di contribuire a ridurre il numero dei ricoveri ed assicurare la continuità dell’assistenza tutelare perseguendo come fine ultimo quello di sostenere l’autonomia residua ed il miglioramento dei livelli di qualità di vita.

Costo totale dell’intervento: € 181.341,50

Finanziamento PNRR: € 181.341,50

Fonte PNRR del finanziamento: Missione M5C2, Investimento Inv. 1.1.3: Rafforzamento dei servizi sociali domiciliari per garantire la dimissione anticipata assistita e prevenire l’ospedalizzazione.

Tempi previsti: Realizzazione del progetto entro il 31/12/2025

Stato di attuazione del progetto: In fase di esecuzione

Ditta esecutrice: Società Cooperativa Dolce


 

Manutenzione straordinaria di alloggi presso il fabbricato di via Parini per implementazione di percorsi di autonomia per persone con disabilità

Progetto gestito come Unione dei Comuni Valle del Savio

Manutenzione straordinaria di alloggi presso il fabbricato di via Parini per implementazione di percorsi di autonomia per persone con disabilità

Il progetto prevede l’accelerazione del processo di de-istituzionalizzazione attraverso un sostegno sociale e sanitario di comunità alle persone con disabilità, anche attraverso interventi infrastrutturali negli alloggi di Edilizia Residenziale Sociale.

I quattro appartamenti dell’immobile ERS di via Parini, in pieno centro città, saranno resi smart per rispondere ad esigenze e bisogni di persone con disabilità. Si procederà con la manutenzione straordinaria e domotizzazione di immobili destinati a persone con diverse forme di disabilità, con lo scopo di creare un ambiente che possa favorire l’autonomia e l’indipendenza nello svolgimento delle occupazioni quotidiane, con le sole limitazioni che caratterizzano la vita di qualunque altra persona. In questa fase, ACER continuerà a coordinare i lavori che saranno affidati dal settore comunale dei Lavori Pubblici.

L’obiettivo è quello di promuovere la valorizzazione delle capacità individuali, l’autodeterminazione dei soggetti coinvolti e l’utilizzo delle moderne tecnologie. Le abitazioni saranno dotate di arredi e di sistemi intelligenti che, da soli, esercitano il controllo su tutti gli impianti elettrici, di climatizzazione, automazioni, sicurezza, videosorveglianza, audio, di telecomunicazione, illuminazione. Quelli di domotica sono infatti impianti innovativi perché volti soprattutto al risparmio energetico e al miglioramento della qualità della vita delle persone che ne usufruiscono all’interno della casa.

A questo proposito, oltre alle attività di manutenzione straordinaria e alla domotizzazione, il progetto prevede la definizione individuale di un percorso con azioni di sostegno e di accompagnamento degli utenti, anche attraverso il contributo di professionisti come psicologi ed educatori.

Costo totale dell’intervento: € 715.000,00

Finanziamento PNRR: € 715.000,00

Fonte PNRR del finanziamento: Missione M5C2, Investimento Inv. 1.2: Percorsi
di autonomia per persone con disabilità.

Tempi previsti: Realizzazione del progetto entro il 31/03/2026

Stato di attuazione del progetto: Concluso

Progettazione: Settore Lavori Pubblici del Comune di Cesena

Ditta esecutrice: Audiotime Srl, Ciantarti Srl, CBF impianti Sas di Faggionato Ivano e C.


 

Ristrutturazione di alloggio presso il fabbricato di via Vigne a Cesena e un appartamento in via Einaudi a Mercato Saraceno per implementazione di percorsi di autonomia per persone con disabilità - Progetto gestito come Unione dei Comuni Valle del Savio

Progetto gestito come Unione dei Comuni Valle del Savio

Ristrutturazione di alloggio presso il fabbricato di via Vigne

Il progetto punta ad accelerare il processo di de-istituzionalizzazione fornendo servizi sociali e sanitari di comunità e domiciliari alle persone con disabilità anche attraverso la messa a disposizione di alloggi adeguati alle esigenze degli utenti. Questi alloggi potranno avere per i beneficiari la funzione di “palestre” per prepararsi alla vita autonoma.

Gli alloggi del fabbricato di via Vigne a Cesena e l’appartamento in via Einaudi a Mercato Saraceno saranno resi smart per rispondere ad esigenze e bisogni di persone con disabilità. Si procederà con la ristrutturazione e domotizzazione di immobili destinati a persone con diverse forme di disabilità, con lo scopo di creare un ambiente che possa favorire l’autonomia e l’indipendenza nello svolgimento delle occupazioni quotidiane, con le sole limitazioni che caratterizzano la vita di qualunque altra persona.

Valorizzazione delle capacità individuali, autodeterminazione dei soggetti coinvolti e utilizzo delle moderne tecnologie. Le abitazioni saranno dotate arredi e di sistemi intelligenti che, da soli, esercitano il controllo su tutti gli impianti elettrici, di climatizzazione, automazioni, sicurezza, videosorveglianza, audio, di telecomunicazione, illuminazione. Quelli di domotica sono infatti impianti innovativi perché volti soprattutto al risparmio energetico e al miglioramento della qualità della vita delle persone che ne usufruiscono all’interno della casa.

A questo proposito, oltre alle attività di ristrutturazione e alla domotizzazione, il progetto prevede la definizione individuale di un percorso con azioni di sostegno e di accompagnamento degli utenti, anche attraverso il contributo di professionisti come psicologi ed educatori professionali.

Costo totale dell’intervento: € 715.000,00

Finanziamento PNRR: € 715.000,00

Fonte PNRR del finanziamento: Missione M5C2, Investimento Inv. 1.2: Percorsi di autonomia per persone con disabilità.

Tempi previsti: Realizzazione del progetto entro il 31/03/26

Stato di attuazione del progetto: In fase di progettazione e contrattualizzazione servizi

Progettazione: Settore Lavori Pubblici del Comune di Cesena

Ditta esecutrice: Da individuare


 

Housing temporaneo: Creare un sistema di accoglienza per le persone e i nuclei in condizioni di elevata marginalità sociale per le quali si attiva un percorso di autonomia. Realizzazione di housing temporaneo presso i tre alloggi di via Vigne, via Maratona, via del Mare

Progetto gestito come Unione dei Comuni Valle del Savio

Realizzazione di housing temporaneo
L’Housing First (HF) è un modello di intervento nell’ambito delle politiche per il contrasto alla grave marginalità basato sull’inserimento in appartamenti indipendenti di persone senza dimora allo scopo di favorire percorsi di benessere e integrazione sociale. Su queste basi, e con lo scopo di sostenere i nuclei familiari più fragili, alcuni con minori, che vivono sul territorio, i Servizi sociali dell’Unione dei Comuni Valle del Savio avviano a Cesena la prima esperienza di housing first in due appartamenti di proprietà comunale.

Grazie alla pronta disponibilità di tre soluzioni abitative individuate in zona Stadio, nelle vie Maratonavia Vigne e via del Mare, le persone con anni di vita in strada o a serio rischio di perdere l’abitazione, potranno entrare in un appartamento autonomo “senza passare dal dormitorio” godendo dell’accompagnamento di una équipe di operatori sociali direttamente in casa.

Le due esperienze di housing first che nasceranno in zona Fiorita interesseranno circa dieci prime persone, singoli o piccoli gruppi di individui in momentanea difficoltà e che non possono accedere all’edilizia residenziale pubblica o al mercato libero. L’obiettivo è quello di creare percorsi di sostegno e accompagnamento che rendano questi uomini e queste donne in grado di vivere in autonomia, allontanando il rischio di emarginazione sociale.

Il progetto prevede sia la sistemazione degli alloggi che il sostegno ai nuclei inseriti nell’housing first attraverso la creazione di progetti personalizzati.

Costo totale dell’intervento: € 710.000,00

Finanziamento PNRR: € 710.000,00

Fonte PNRR del finanziamento: Missione M5C2, Investimento Inv. 1.3: Housing Temporaneo e Stazioni di posta

Tempi previsti: Realizzazione del progetto entro il 31/03/2026

Stato di attuazione del progetto: In fase di progettazione

Progettazione: Settore Lavori Pubblici del Comune di Cesena

Ditta esecutrice: Da individuare


 

Stazioni di posta (Centri servizi): Creare punti di accesso e fornitura di servizi, diffusi nel territorio, ben riconoscibili a livello territoriale dalle persone in condizioni di bisogno (centro servizi a contrasto della povertà ed Emporio Solidale)

Progetto gestito come Unione dei Comuni Valle del Savio

Stazioni di posta (Centri servizi)

Il progetto prevede la realizzazione di una Stazione di Posta/Centro Servizi a contrasto della povertà e di un magazzino di stoccaggio merci di circa 300 metri quadrati e un piazzale per il carico e scarico merci, oltre alla dotazione di parcheggi e spazi liberi, nell’ambito della realizzazione dell’Emporio Solidale E.P.I.CO e della Stazione di posta che troveranno spazio all’interno dello stabile di via Guido Rossa 140, a Torre del Moro, collocato al centro di un parco pubblico.

L’edificio della Stazione di posta – Centro Servizi a contrasto della povertà sarà composto, a piano terra, da alcuni servizi di supporto in risposta a bisogno primari, e in particolare: spazio per la distribuzione di viveri, indumenti e farmaci con scaffalature; accoglienza; sala polifunzionale; e una zona smistamento beni di prima necessità.

Al primo piano invece ci saranno: uno spazio per il Fermo posta/cassetta postale per senza dimora; un ufficio per la consulenza legale (Avvocati di Strada); una sala corsi /riunioni/polivalente; locale con cucina (per corsi); uno spazio destinato a sportello/accoglienza, mediazione, associazioni. Inoltre sono previsti servizi igienici secondo la normativa vigente.

Si tratta di un progetto di comunità promosso dall’Amministrazione comunale e che coinvolge realtà e associazioni del territorio (Auser, Croce Rossa Italiana, Adra – Chiesa Avventista -, San Vincenzo de Paoli, Mater Caritas, Campo Emmaus, Centro di Aiuto alla Vita e Arci Solidarietà) riunite nell’Associazione “Emporio Solidale Il Barco Odv”.

Costo totale dell’intervento: € 1.090.000,00

Finanziamento PNRR: € 1.090.000,00

Fonte PNRR del finanziamento: Missione M5C2, Investimento Inv. 1.3: Housing Temporaneo e Stazioni di posta

Tempi previsti: Realizzazione del progetto entro il 31/03/2026

Stato di attuazione del progetto: In fase di esecuzione lavori

Progettazione: Pier Currà Architettura Srl

Ditta esecutrice: FS Costruzioni Srl


 

Rigenerazione urbana delle aree prospicienti la stazione ferroviaria di Cesena: realizzazione nuova autostazione (lotto 1) e riqualificazione piazzale Karl Marx (lotto 2)

realizzazione nuova autostazione (lotto 1) e riqualificazione piazzale Karl Marx (lotto 2)

Quello dell’Area della stazione è un progetto di scala urbana in grado di rigenerare e valorizzare gli spazi aperti della stazione e gli spazi pubblici limitrofi, come infrastruttura sociale, ambientale e di adattamento climatico. L’area è complessa per sua natura e l’obiettivo è quello di potenziare la sua principale vocazione, creando una forte connessione tra i diversi spazi affinché diventino, oltre che funzionali, anche luoghi del vivere, della socializzazione e del benessere delle persone, siano esse studenti, lavoratori pendolari, viaggiatori, abitanti.

Il progetto quindi dà valore al sistema delle relazioni e rende attrattivi, piacevoli e attrezzati gli spazi aperti, contribuendo a valorizzare anche gli edifici con funzioni collettive e le molte scuole che vi si affacciano. Di grande rilievo inoltre risultano i collegamenti tra i percorsi nei nodi intermodali di stazione, autostazione e velo stazione e la relativa progettazione di luoghi aperti come spazi multifunzionali, luoghi di relazione e flessibili per più utilizzi.

Il progetto prevede il potenziamento delle infrastrutture verdi, l’ampliamento degli spazi fruibili e il massimo accesso a scuole e strutture di servizio, attraverso la realizzazione di percorsi che consentono anche un avvicinamento più diretto ed immediato.

L’assetto generale pensato per le aree di progetto accoglie l’esigenza del bando di porre grande attenzione alle infrastrutture verdi e in relazione all’efficacia e misurabilità delle soluzioni di adattamento adottate alla scala urbana per la gestione degli impatti del cambiamento climatico e le soluzioni tecniche individuate appaiono efficacemente distribuite. L’infrastruttura verde proposta dal progetto, nel dettagliare le specie vegetali, la permeabilità e l’ombreggiatura, è pensata in maniera armonica e funzionale.

Il progetto infatti genera molti spazi attrezzati per la socialità, aree verdi ombreggiate e amplia il tempo di fruizione nell’arco dell’anno estendendo l’area di intervento includendo piazzale Aldo Moro.

Costo totale dell’intervento: € 10.230.000,00

Finanziamento PNRR: € 10.000.000,00

Fonte PNRR del finanziamento: Missione M5C2, Investimento Inv. 2.1: Progetti di rigenerazione urbana volti a ridurre situazioni di emarginazione e degrado sociale – anno 2021

Tempi previsti: Realizzazione del progetto entro il 31/03/2026

Stato di attuazione del progetto: In fase di esecuzione lavori

Progettazione:
Lotto 1: RTP: Studio tecnico associato Barbieri – Matteo Pavirani – Studio tecnico associato Silvagni Zaccagni -Studio geologia Aride Bucci -Giulia di Ciano
Lotto 2: RTP: -Giorgio Liverani -Luca Landi – Giorgio Cortesi per ENSER Srl -Restart Engineering Srl -Gaia Pirini -Michelangelo Monti per Akanthos Srl -Massimo Benericetti -Sabina Filippi – Studio Landesign

Ditta esecutrice: In fase di gara d’appalto


 

Abitare Sociale Cesena - Riuso e rigenerazione del complesso monumentale ex Roverella

complesso monumentale ex Roverella

Il progetto individua un sistema di servizi comunitari tra loro molto variegati e capaci di generare relazioni positive tra le diverse funzioni e le diverse tipologie di fruitori a cui il progetto si rivolge. Si va da servizi assistenziali e sociali per categorie tipicamente più fragili a servizi e spazi abitativi con particolare attenzione all’integrazione dei giovani, delle famiglie con bambini e agli anziani, sino alla produzione di servizi culturali che coinvolgano il terzo settore e la città.

Il futuro Roverella si propone come luogo ibrido, flessibile e multifunzionale nel quale sperimentare e testare anche forme abitative innovative – come le forme di abitare collaborativo – che rispondono ai bisogni e alla domanda di abitazione di diverse categorie di cittadini, e ambisce a rispondere a diverse esigenze: dall’emergenza abitativa di nuclei in temporanea difficoltà, all’accoglienza a disabili che intendano sperimentare forme di coabitazione finalizzate a consolidare progetti di vita del “dopo di noi”, così come a studenti maggiorenni fuori sede.

Palazzo Roverella ha una storia molto lunga che ben si inserisce nell’evoluzione urbana, sociale e culturale della città di Cesena: dapprima convento, poi casa per anziani e oggi parzialmente utilizzato da alcuni Servizi alla persona gestiti da ASP, in cui si trovano alcune residenze per persone in stato di indigenza e servizi per richiedenti asilo e senza tetto, attivati anche in risposta alla pandemia e all’emergenza freddo.

Il progetto andrà proprio a rafforzare la vocazione sociale della struttura di oltre 6 mila metri quadrati, che si estendono per un intero isolato nel cuore del centro cittadino.

Costo totale dell’intervento: € 17.296.405,31

Finanziamento PNRR: € 14.296.405,31

Fonte PNRR del finanziamento: Missione M5C2, Investimento Inv. 2.3: PINQUA – Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’abitare

Tempi previsti: Realizzazione del progetto entro il 31/12/2025

Stato di attuazione del progetto: In fase di esecuzione lavori

Progettazione: Politecnica Ingegneria ed Architettura società cooperativa Serra Francesco (CSP)

Ditta esecutrice: RTI formato da CONS.COOP e C.E.I.R.


 

Cesena Sport City: Realizzazione di nuovo centro servizi nell'ambito del Polo Sportivo di Villachiaviche

nuovo centro servizi nell'ambito del Polo Sportivo di Villachiaviche

L’area sarà dotata di un parco piantumato a bosco (circa un ettaro), con circa 350 piante alte autoctone del luogo e da 2 mila metri quadrati di prato fiorito. All’interno dell’area, dove attualmente coesistono un campo da calcio, un campo da baseball e la pista di automodellismo, sono previsti impianti sportivi e aree a playground per bambini, sempre progettati con dune d’erba naturali, al fine di creare una relazione diretta tra l’uomo e la natura.

Al centro dell’area sarà edificato un edificio in asse con il campo da calcio, in modo da servire tutti i campi esterni sinergicamente. Il nuovo centro servizi in progetto ospiterà spazi polifunzionali (campo polivalente 25×15 m per calcio a 5, pallavolo, minibasket; palestra; bar con funzionamento interno ed esterno), 4 spogliatoi per gli atleti e 2 destinati agli istruttori.

All’interno dello stabile troveranno spazio anche una hall, gli uffici amministrativi, con reception interna ed esterna. Al piano primo, sopra il corpo degli spogliatoi, ci sarà una palestra, visibile dalla hall di ingresso, anche accessibile dal campo da gioco. Saranno realizzati inoltre un campo da calcio a 7 esterno e un campo polivalente esterno per basket e pallavolo. A est saranno conservati il campo da calcio a 11, la pista da automodellismo e il campo da baseball esistenti. Previsti inoltre un bike-stop per biciclette e due piccole vasche d’acqua per il periodo estivo.

Costo totale dell’intervento: € 4.539.700,92

Finanziamento PNRR: € 3.000.000,00

Fonte PNRR del finanziamento: Missione M5C2, Investimento Inv. 3.1: Sport e inclusione sociale

Tempi previsti: Realizzazione del progetto entro il 31/12/2024

Stato di attuazione del progetto: In fase di esecuzione lavori

Progettazione: RTP: Degli Esposti Architetti Srl -Ceas Srl -Angelo Bolzoni Ingegnere -Elisa Cattaneo Architetto -TRT Ingegneria Srl -Umberto Guerra Geologo Marcello Brugola Ingegnere

Ditta esecutrice: Consorzio fra cooperative di produzione e lavoro Cons.Coop


 

Cesena Sport City - Riqualificazione del Polo Sportivo dell'Atletica

Riqualificazione del Polo Sportivo dell'Atletica

Il polo sportivo dell’Atletica dell’Ippodromo diventerà uno dei presidi di atletica più all’avanguardia del paese e un punto di riferimento per il Triathlon che qui ospiterà le attività di allenamento delle squadre a livello nazionale. L’area del progetto interesserà l’attuale pista di atletica con quattro interventi riguardanti l’ampliamento degli spazi seminterrati sotto le tribune della pista di atletica, la realizzazione di una palestra per il salto in alto, il salto in lungo e una zona attrezzi per la muscolazione collegata con la pista indoor per il potenziamento delle discipline a corpo libero; il rifacimento della pavimentazione in gomma della pista di atletica esterna e delle aree attrezzate esterne; la realizzazione della copertura della tribuna a servizio degli spettatori per permettere la realizzazione di eventi di richiamo anche regionale e nazionale.
L’implementazione della pista di atletica indoor di allenamento sarà possibile attraverso l’ampliamento della struttura esistente situata sotto la tribuna a Sud del campo di atletica. Il progetto inoltre prevede di ampliare la struttura esistente per allungare le attuali corsie di allenamento esistenti sotto la tribuna. In più, si procederà con la realizzazione di una palestra.

Il progetto, che si pone come un manifesto del suo tempo sotto tutti i punti di vista, terrà in forte considerazione una qualità che sia non solo estetica e funzionale, ma anche tecnologica ed improntata alla massima sostenibilità ecologico-ambientale ma anche a una progettazione di qualità rafforzata da tecnologie efficienti. Nel dettaglio, i servizi proposti per un uso continuativo ed inclusivo dei nuovi poli sportivi, dovranno permettere di coniugare l’attività sportiva con lo studio, lo svago, il lavoro, la ristorazione e l’accoglienza delle persone.

Costo totale dell’intervento: € 5.300.000,00

Finanziamento PNRR: € 4.800.000,00

Fonte PNRR del finanziamento: Missione M5C2, Investimento Inv. 3.1: Sport e inclusione sociale

Tempi previsti: Realizzazione del progetto entro il 31/06/2025

Stato di attuazione del progetto: Gara d’appalto integrato conclusa

Progettazione: RTP: Degli Esposti Architetti Srl -Ceas Srl -Angelo Bolzoni Ingegnere -Elisa Cattaneo Architetto -TRT Ingegneria Srl -Umberto Guerra Geologo -Marcello Brugola Ingegnere

Ditta esecutrice: RTP per progettazione esecutiva: -Ottavio Lavaggi Ingegnere -Marco Pagano Ingegnere -Giovanni Crisci Ingegnere – RTI per esecuzione lavori: Consorzio edili artigiani Ravenna CEAR -Consorzio CAIEC società cooperativa

 

>> Torna alla pagina generale dei progetti PNRR

Ultimo aggiornamento: 14/05/2024, 12:02

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri