CILA – Comunicazione di inizio lavori asseverata

  • Servizio attivo

E’ necessaria CILA per eseguire gli interventi indicati all’art 7 c. 5 della L.R. 15/2013.

A chi è rivolto

A cittadini e imprese proprietari o altri soggetti aventi titolo in base a valido negozio giuridico.

Come fare

Le istanze vanno presentate esclusivamente on line utilizzando la piattaforma  Accesso Unitario.
Le istanze riguardanti interventi di edilizia residenziale vanno indirizzate al Comune di Cesena; quelle riguardanti interventi di edilizia non residenziale (attività produttive) al SUAP dell’Unione dei Comuni della Valle del Savio.

La CILA è accompagnata dai necessari elaborati progettuali a firma di un professionista abilitato, il quale assevera la corrispondenza dell'intervento con una delle fattispecie
descritte dal c. 5 dell’art. 7 della L.R. 15/2013, nonché il rispetto delle prescrizioni e delle normative. La CILA è inoltre corredata dai documenti richiesti per iniziare i lavori,
nonché dall'attestazione del versamento del contributo di costruzione, se dovuto.
L'esecuzione delle opere soggette a CILA comporta l'obbligo della nomina del direttore dei lavori, della comunicazione della fine dei lavori e della trasmissione allo Sportello unico edilizia della copia degli atti di aggiornamento catastale, nei casi previsti dalle vigenti disposizioni, e delle certificazioni degli impianti tecnologici, qualora l'intervento abbia interessato gli stessi. Nella comunicazione di fine dei lavori sono rappresentate le eventuali varianti al progetto originario apportate in corso d'opera.
Gli interessati, prima dell'inizio dell'attività edilizia, possono richiedere allo Sportello unico di provvedere all'acquisizione delle autorizzazioni e degli altri atti di assenso, comunque denominati, necessari secondo la normativa vigente per la realizzazione dell'intervento edilizio, che potranno essere acquisiti con conferenza di servizi semplificata.

Cosa serve

Occorre:

  • versamento dei diritti di segreteria

Cosa si ottiene

Efficacia della CILA – Comunicazione di inizio lavori asseverata

Tempi e scadenze

La CILA ordinaria non condizionata è efficace dalla avvenuta presentazione della documentazione completa e corretta. entro il termine di cinque giorni lavorativi dalla presentazione della CILA, lo Sportello unico controlla la completezza della documentazione e nei trenta giorni successivi, verifica, per un campione non inferiore al 10 per cento delle pratiche presentate, la sussistenza dei requisiti e dei presupposti richiesti dalla normativa e dagli strumenti urbanistici per l'esecuzione degli interventi. Nel caso in cui rilevi violazioni della disciplina dell'attività edilizia, può vietare la prosecuzione dei lavori, ordinando il ripristino dello stato delle opere e dei luoghi e la rimozione di ogni eventuale effetto dannoso, ovvero ordinare agli interessati di predisporre apposita variazione progettuale entro un congruo termine, disponendo la sospensione dei lavori per le parti interessate dalla conformazione del progetto.
Restano fermi i poteri di vigilanza sull’attività urbanistico-edilizia dello Sportello unico per assicurare la rispondenza delle opere realizzate alle norme di legge e regolamentari, alle prescrizioni degli strumenti urbanistici e alle modalità esecutive fissate nella CILA, anche attraverso la demolizione delle opere abusive e il ripristino dello stato dei luoghi secondo la normativa vigente.

Accedi al servizio

Credenziali SPID, CIE o CNS, Firma digitale, PEC

Piattaforma Accesso Unitario

Oppure, puoi prenotare un appuntamento e presentarti presso gli uffici.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Unità organizzativa responsabile

Settore Governo del Territorio

Piazza del Popolo 10, Cesena (FC), 47521
Argomenti:

Descrizione

La CILA è obbligatoria per gli interventi di seguito elencati.
a) le opere di manutenzione straordinaria e le opere interne alle costruzioni, qualora non riguardino le parti strutturali dell'edificio o siano prive di rilevanza per la pubblica
incolumità ai fini sismici e non rechino comunque pregiudizio alla statica dell'edificio e non modifichino i prospetti;
b) le opere di restauro scientifico, di restauro e risanamento conservativo che non riguardino le parti strutturali dell'edificio o siano prive di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici e non rechino comunque pregiudizio alla statica dell'edificio;
c) le modifiche interne di carattere edilizio sulla superficie coperta dei fabbricati adibiti ad esercizio d'impresa;
d) le modifiche della destinazione d'uso senza opere, tra cui quelle dei locali adibiti ad esercizio d'impresa, che non comportino aumento del carico urbanistico;
e) le opere pertinenziali non classificabili come nuova costruzione ai sensi della lettera g.6) dell'Allegato, qualora non riguardino le parti strutturali dell'edificio o siano prive
di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici e non rechino comunque pregiudizio alla statica dell'edificio;
f) le recinzioni e muri di cinta e le cancellate;
g) gli interventi di demolizione parziale e integrale di manufatti edilizi;
h) il recupero e il risanamento delle aree libere urbane e gli interventi di rinaturalizzazione;
i) i significativi movimenti di terra di cui alla lettera m) dell'Allegato;
l) le serre stabilmente infisse al suolo, tra cui quelle in muratura, funzionali allo svolgimento dell'attività agricola

Costi

E'previsto il pagamento dei diritti di segreteria (vedi Delibera di Giunta Comunale n.167/2023), tramite la piattaforma pagoPA.

Per il pagamento, è necessario generare un avviso online e pagare direttamente o scaricarlo e pagare con uno dei metodi previsti da pagoPA.

>> Genera qui l'avviso per il pagamento con pagoPA (nella causale è possibile aggiungere il nominativo)

La ricevuta del versamento effettuato mediante pagoPA va allegata alla presentazione della domanda.

Procedure collegate all'esito

Validità e durata La data di fine dei lavori delle opere realizzate con CILA non può essere superiore ai tre anni dalla data del loro inizio.

Ulteriori informazioni


Link utili

Consulta lo stato della pratica

Richiesta di accesso ai documenti inerenti pratiche edilizie

Per parlare con un tecnico dello Sportello Unico dell'Edilizia (SUE) prenota un appuntamento*

*PER GLI APPUNTAMENTI CON UN TECNICO DELLO SPORTELLO UNICO DELL'EDILIZIA

Le agende vengono rese disponibili:

1.      per gli appuntamenti ordinari, durata 30 minuti, ogni lunedì mattina per la settimana successiva con apertura a orario variabile dalle 7.30 alle 13.30;

2.      per gli appuntamenti "brevi", ex "libero", durata 20 minuti, il giorno stesso ovvero:

·   per il lunedì, ricevimento dalle 10 alle 13, apertura agende tra le 7.30 e le 9 in orario non prestabilito;

·   per il mercoledì, ricevimento dalle 8 alle 13, viene aperta il martedì pomeriggio tra le 16 e le 18 in orario non prestabilito;

·   per il giovedì, ricevimento dalle 14.30 alle 17, apertura agende tra le 7.30 e le 12, in orario non prestabilito.


Normativa

Legge regionale n.15 del 2013 » Demetra – Normativa, atti e sedute della Regione Emilia-Romagna

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 6 giugno 2001, n. 380 - Normattiva

Copertura geografica

Tutta l'area comunale

Ultimo aggiornamento: 05/02/2024, 10:14

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri